5 errori da evitare nella pulizia degli iniettori diesel

di Patrizia Pinto tramite: O2O difficoltà: media

Iniettori puliti e funzionanti, rappresentano un elemento chiave per ottenere il massimo dalle prestazioni della nostra automobile. Sono infatti fondamentali per ottimizzare il consumo di carburante, per limitare le emissioni di gas di scarico e per le performance generali del veicolo. È quindi fondamentale curare la pulizia degli iniettori dalle incrostazioni dovute alla combustione, in modo da garantire le prestazioni ottimali del motore. È però opportuno sapere come fare, e conoscere i potenziali errori che rischiamo di commettere. In questa guida vediamo quali sono i 5 errori da evitare nella pulizia degli iniettori diesel.

1 Per prima cosa, è fondamentale evitare di trascurare la pulizia degli iniettori, che andrebbe fatta ogni 25.000-30.000 chilometri, preferibilmente dopo ogni tagliando, affinché siano efficienti. Spesso si tende a trascurare l'importanza della prevenzione, con il rischio di causare danni ben più gravi. Usare prodotti non adatti o solventi troppo forti, che potrebbero corrodere i componenti è il secondo errore da evitare. È quindi opportuno prediligere prodotti di qualità che siano compatibili con i materiali con cui stiamo lavorando.

2 Su internet ci sono molti riferimenti alla pratica di aggiungere benzina al gasolio per pulire gli iniettori. È una pratica, che può essere valida su motori di vecchia data, come quelli a precamera, ma è assolutamente sconsigliata su motori di ultima generazione, come i common-rail, che hanno una componentistica molto più raffinata. Aggiungere benzina è infatti il quinto errore da evitare, poiché oltre ad essere rischioso, può potenzialmente alterare la qualità della combustione del gasolio provocando seri danni. Una periodica manutenzione, se eseguita correttamente, evita di incorrere in problemi ben più grandi. A volte è bene rivolgersi a personale qualificato e affrontare la spesa della riparazione o della sostituzione, per evitare di creare problemi. Ogni 100.000 chilometri è opportuno sostituire gli ugelli degli iniettori.

Continua la lettura

3 Il terzo errore è effettuare pulizie troppo invasive.  Iniettori troppo intasati, potrebbero non far passare abbastanza solvente durante un normale ciclo di pulizia.  Approfondimento Pulire gli iniettori dell'auto (clicca qui) In questi casi è opportuno non insistere, ma effettuare dei controlli presso un'officina specializzata, poiché da soli, corriamo il rischio di causare danni e usurare alcuni componenti, come le guarnizioni ad esempio.  Il quarto errore è quello di non eseguire una diagnosi corretta del problema: spesso si tende a confondere un iniettore usurato con un iniettore sporco.  Nessun prodotto per la pulizia e nessun additivo, sono in grado di risolvere i problemi di un iniettore rovinato.  In questi casi è infatti necessario effettuarne la sostituzione.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Come pulire correttamente gli iniettori diesel

Iniettori diesel: consigli di manutenzione La manutenzione degli iniettori diesel è molto importante. Tenerli in buono ... continua » Come pulire iniettori motori diesel con benzina Gli iniettori di un motore diesel sono una componente fondamentale del ... continua » I migliori additivi per pulire gli iniettori delle auto a diesel Il motore diesel è stato brevettato nel 1892 da Roudolf Diesel ... continua » Come pulire gli iniettori motore diesel Una buona manutenzione alla nostra auto, ci permette di avere una ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Difetti di un motore diesel

Il Diesel è un motore a pistoni utilizzante la combustione interna che permette di trasformare l'energia chimica contenuta in una miscela aria-combustibile in lavoro ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.