Come agire in caso di furto delle targhe auto

di Maria Liccardo tramite: O2O difficoltà: facile

Il furto è un atto di impossessamento indebito di un bene di proprietà altrui. Quando ci si accorge di aver subito tale malefatta occorre seguire alcune procedure specifiche. La targa rappresenta una carta di identità per l'auto, in quanto indica diversi campi come: la città o la provincia in cui è stata acquistata l'automobile, il codice seriale, il numero del telaio e il nome della concessionaria, in cui si è acquistata la vettura. La targa dunque, non deve essere assolutamente sottovalutata e in caso di furto, è necessario eseguire delle pratiche ordinarie, nell'immediato all'atto furtivo, poiché i malfattori potrebbero utilizzarla impropriamente procurando non pochi problemi al proprietario dell'auto. Grazie alla targa è possibile eseguire anche l'immatricolazione della vettura. Circa 20 anni fa sulle targhe veniva riportata la provincia come sigla iniziale e il numero seriale. Ecco come agire in caso di furto delle targhe auto.

1 Impelagato in una situazione infelice e incresciosa, quale può considerarsi quella del furto di una o di entrambe le targhe d'auto, non resta altro che prendere atto dell'evento il meno traumaticamente possibile per poi cercare di risolverlo al meglio.

2 È' assolutamente necessario farsi fare una fotocopia della denuncia e chiedere che venga scritta la data e l'ora dell'avvenuta consegna. Il decreto legislativo del Nuovo Codice della strada consente di poter continuare a circolare con la propria auto, dopo aver apposte, nella posizione delle targhe rubate, quelle sostitutive, fatte dall'automobilista stesso e riportanti le stesse dimensioni e gli stessi caratteri delle targhe originarie.

Continua la lettura

3 Per costruire le sopracitate targhe provvisorie, è fattibile adoperare del cartoncino bianco doppio e un'apposito pennarello indelebile.  Intanto se, entro 15 giorni dalla denuncia appena compilata, la targa o le targhe non saranno ritrovate, è doveroso attivare la procedura di richiesta di nuove targhe alla Direzione generale della Motorizzazione Civile.

4 Alla richiesta occorrerà allegare la carta di Circolazione, la Carta di proprietà (o foglio complementare), l'autocertificazione attestante la denuncia, fatta nelle 48 ore previste, e varie ricevute di versamento obbligatorio. Quest'ultime sono facilmente reperibili presso l'Ufficio postale o presso la stessa Motorizzazione mediante degli opportuni bollettini prestampati. Assommando tutti i pagamenti, l'importo da versare sarà di circa 128 euro.

Come reimmatricolare un'autovettura a seguito del deterioramento della targa In caso di furto, smarrimento o distruzione di una o di ... continua » Come sapere se è stata rinvenuta una targa auto smarrita La legge prevede che le targhe vengano correttamente installate su qualsiasi ... continua » Come rintracciare un'auto rubata In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori se purtroppo ... continua » Come denunciare un furto d'auto In Italia si stimano circa 13 furti ogni ora. Ma cosa ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come comprare un'auto in Germania

L’acquisto di un’auto è sempre un investimento importante per ogni cittadino italiano. Tutti vorrebbero spendere il meno possibile, ottenendo nello stesso tempo una ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.