Come cambiare gli ammortizzatori dell'auto

di Rita Malizia tramite: O2O difficoltà: difficile

L'ammortizzatore è un sistema che ha lo scopo di smorzare l'oscillazione o rallentare un movimento (compressione o estensione) delle sospensioni di un macchinario. Gli ammortizzatori devono assorbire il rimbalzo/oscillazione della sospensione o più precisamente nel caso di mezzi di trasporto della ruota, per fare ciò devono assorbire e dissipare l'energia che viene impressa o sprigionata dalla sospensione. Una considerazione in fase di progettazione o la scelta di un ammortizzatore è l'energia che andrà, nella maggior parte di casi, convertita in calore all'interno del fluido viscoso, come nel caso di sospensioni idrauliche, il fluido idraulico contenuto in cilindri idraulici si riscalda, in altri ammortizzatori come ad esempio quelli elettromagnetici, l'energia dissipata può essere immagazzinata e utilizzata in seguito. Nella maggior parte dei casi (ammortizzatori idraulici o pneumatici) assumono la forma di un cilindro con un pistone che scorre all'interno (sono telescopici), dove il cilindro esterno (fodero) è riempito con un fluido (come fluido idraulico) o per via aerea (sistemi pneumatici), mentre il pistone dello stelo (cilindro interno) agisce su di esso. Nei passi a seguire sarà illustrato come cambiare gli ammortizzatori dell'auto.

Assicurati di avere a portata di mano: Ammortizzatori nuovi 2 Cric Cavalletti Chiavi per bulloni

1 Per prima cosa solleviamo la macchina con un cric, inseriamo sotto un cavalletto per tenerla più stabile mentre è sollevata e procediamo allo smontaggio della ruota (quella dove stiamo andando ad operare). Mettiamo un secondo cric sotto la molla per comprimerla un po' (per facilitarne lo smontaggio riducendone la forza) e andiamo a smontare e rimuovere i bulloni di fissaggio; estraiamo l'ammortizzatore dalla sua sede, non in modo brusco, ma comprimendolo un po' con le mani.

2 Fatto ciò andiamo a pulire le sedi dove vanno inserite le teste del nuovo ammortizzatore; rimuoviamo le varie pellicole che vi sono appiccicate, inserendo prima la testa inferiore; comprimiamo un po' con le mani, inseriamo la testa superiore e i relativi bulloni (pulendoli prima dalla ruggine o dalla sporcizia che ne condizionerebbe il fissaggio, o sostituendoli con dei nuovi); serriamo bene con l'aiuto di una leva per una maggiore presa e forza.

Continua la lettura

3 A questo punto non ci resta altro da fare che togliere il cric da sotto la molla, rimontare la ruota (serrando bene i bulloni) e rimettere l'auto in piano togliendo il cavalletto e abbassando anche l'altro cric.  Per sostituire i restanti ammortizzatori, non dovremmo far altro che seguire lo stesso procedimento per ognuno.

Come sostituire gli ammortizzatori a una BMW Serie 1 Gli ammortizzatori sono componenti molto importanti dell'auto, essi infatti, influiscono ... continua » Come cambiare ammortizzatori posteriori dell'auto Chiunque possegga un'auto sa che essa deve essere sottoposta a ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Megane Cambiare gli ammortizzatori di una Megane non è una procedura semplice ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Renault Twingo Gli ammortizzatori, su un'auto come la Renault Twingo, sono elementi ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come regolare un ammortizzatore a gas

Gli ammortizzatori sono dei pezzi fondamentali nelle automobili, hanno infatti come scopo quello di rallentare, assorbire gli impatti, smorzare l'oscillazione della sospensione. Essi si ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.