Come cambiare gli ammortizzatori della Passat

di Erika Mennella tramite: O2O difficoltà: media

Gli ammortizzatori sono componenti fondamentali delle automobili e con il passare del tempo, potrebbe succedere che si usurino, specie se l'autovettura ha già molti anni di vita e diversi migliaia di chilometri percorsi. Per cambiare gli ammortizzatori della Passat non è necessario rivolgersi al meccanico, si può anche provvedere in modo fai da te, risparmiando quindi una consistente somma rilevante di denaro. La procedura richiede un po' di tempo, ma non è assolutamente difficile e molte opinioni in merito sono state chieste al mondo del web. Occorre semplicemente procurarsi i nuovi ammortizzatori della Passat presso i negozi di autoricambi, nella maggior parte dei casi si trovano ad un ottimo rapporto fra qualità e prezzo. Infine, basta leggere questa guida che vi spiegherà come cambiare gli ammortizzatori della Passat e il gioco è fatto.

1 Scegliere un luogo tranquillo Prima di tutto occorre condurre l'auto Passat in un luogo sicuro, potrebbe essere un parcheggio o un garage e quindi posizionarla in modo agevole. Ora occorre munirsi di un cric e sollevarla. Bisogna allentare i bulloni delle ruote anteriori e quindi rimuoverli, facendo attenzione a tenerli accanto e non perderli. Si noterà sin da subito che l'ammortizzatore della Passat andrà sostituito. A questo punto, è sufficiente aprire con l'apposita leva il cofano per identificare quelli che sono i bulloni posti ai lati dell'ammortizzatore, si vedono subito.

2 Le procedure per rimuovere i vecchi ammortizzatori Ora si devono svitare i bulloni dell'ammortizzatore con l'aiuto di una chiave inglese, tenuto conto che quest'ultima è molto efficace per questo tipo di passaggio, che comunque va fatta senza forzare troppo. Ricordarsi comunque che, insieme alla chiave inglese, occorre utilizzare anche una pinza a pappagallo per poter facilitare le procedure. Dopo aver svitato tutti quanti i bulloni, staccare anche il tubo dei freni per motivi di sicurezza.

Continua la lettura

3 Le operazioni per montare i nuovi ammortizzatori Infine, per montare i nuovi ammortizzatori della Passat, basta compiere l'operazione inversa rispetto a quella di smontaggio.  Sempre con la chiave inglese, andranno stretti alla medesima maniera dei vecchi.  Approfondimento Come cambiare gli ammortizzatori della Nissan Micra (clicca qui) Riavvitare molto bene sia i bulloni degli ammortizzatori, che quelli della ruota anteriore.  Ripetere poi l'operazione di sostituzione degli ammortizzatori anche per l'altra ruota anteriore, quindi farla alla stessa identica maniera anche per le due ruote posteriori.  Chiudere il cofano della Passat una volta concluso il tutto.  Togliere successivamente il cric dal veicolo.  Consigli finali: è preferibile effettuare un giro di prova con la Passat per verificare che i nuovi ammortizzatori funzionino bene.  A tal proposito, sarà sufficiente percorrere soltanto pochi chilometri.  Qualora i nuovi ammortizzatori siano stati montati in modo regolare, non si verificheranno problemi di nessun tipo.

Come sostituire gli ammortizzatori a una Tiguan Gli ammortizzatori, si sa, costuitiscono per qualsiasi veicolo a motore una ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Megane Gli ammortizzatori dei veicoli, smorzano o frenano le vibrazioni che le ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Fiat Punto Evo Cambiare gli ammortizzatori alla Fiat Punto Evo non è mai stato ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori in una Suzuki Swift Avere ammortizzatori usurati sul proprio veicolo può aumentare lo spazio di ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.