Come cambiare gli ammortizzatori della Renault Clio

di Edvige Sanna tramite: O2O difficoltà: media

Gli ammortizzatori in un auto sono molto importanti e quando risultano usurati consumati è necessario provvedere alla loro sostituzione, in quanto possono influire molto sulla stabilità dell'auto. Eseguire periodicamente la manutenzione è fondamentale per garantire la sicurezza della propria automobile: alcune operazioni devono essere eseguite necessariamente dal meccanico, mentre per altre è possibile agire anche in totale autonomia, a condizione che si possiedano le giuste conoscenze e competenze in questo ambito. La sostituzione degli ammortizzatori è un'operazione piuttosto semplice da eseguire, ma occorre comunque prestare molta attenzione per non danneggiare l'auto. Con i passaggi che seguono vedremo, nello specifico, come bisogna procedere per cambiare gli ammortizzatori della Renault Clio.

Assicurati di avere a portata di mano: Due ammortizzatori anteriori Due ammortizzatori posteriori Chiavi da meccanico Crick

1 Smontare gli ammortizzatore La prima operazione da compiere è quella di estrarre l'ammortizzatore dalla molla: questa operazione può essere eseguita mediante un estrattore o con il macchinario adatto, comprimendo la molla e svitando i prigionieri dell'ammortizzatore, cosi da poterlo sostituire con uno nuovo (essendo un lavoro leggermente pericoloso, che richiede un po di esperienza, per questo passaggio sarebbe opportuno rivolgersi a un meccanico). Una volta smontato l'ammortizzatore nella molla, potrete andare a rimontarlo nell'auto. Per rimontare l'ammortizzatore nell'auto basta inserirlo semplicemente dal basso verso l'alto avvitando prima i bulloni superiori, quelli che lo collegano al telaio, e dopo quelli presenti nella parte inferiore dietro il disco dei freni. A questo punto si può passare dall'altro lato e ripetere il procedimento con l'altro ammortizzatore.

2 Cambiare gli ammortizzatori Per cambiare gli ammortizzatori posteriori, bisogna alzare l'auto posteriormente da un lato con un crick e senza smontare la ruota, sarà necessario andare a svitare i due bulloni dell'ammortizzatore (superiore e inferiore). Una volta svitati i bulloni bisogna prelevare l'ammortizzatore vecchio e montare quello nuovo nella stessa posizione dell'altro, stringendo per bene i bulloni. A questo punto si potrà passare dall'altro lato e ripetere il procedimento con l'ammortizzatore controlaterale.

Continua la lettura

3 Consultare il meccanico Ad ogni modo è sempre bene consultare un meccanico specializzato per effettuare una revisione accurata della vostra auto.  Esistono infatti molti aspetti che si notano nel momento in cui si devono cambiare gli ammortizzatori.  Approfondimento Come cambiare gli ammortizzatori della Renault Megane (clicca qui) Gli aspetti che più frequentemente saltano agli occhi sono: una consumazione irregolare degli pneumatici, lo sterzo che trema in curva, la troppa sensibilità alle buche stradali.  In questi casi è indispensabile fare ricorso a un esperto che possa provvedere non solo alla sostituzione degli ammortizzatori, ma anche alla manutenzione delle strutture adiacenti, in maniera tale da non incorrere in ulteriori problemi.

Come sostituire gli ammortizzatori alla Opel Meriva Gli ammortizzatori sono un componente fondamentale per far sì che un ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Fiat Punto Evo In questa guida vi mostreremo come cambiare gli ammortizzatori della FIAT ... continua » Come sostituire gli ammortizzatori della Fiat Idea In questo articolo vedremo come sostituire gli ammortizzatori della Fiat Idea ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Passat Gli ammortizzatori sono componenti fondamentali delle automobili e con il passare ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.