Come cambiare gli ammortizzatori in una Suzuki Swift

di Venera Pavone tramite: O2O difficoltà: media

Avere ammortizzatori usurati sul proprio veicolo può aumentare lo spazio di frenata fino al 20%. Quando si aumenta la velocità di marcia, aumenta anche la distanza che ci vuole per il veicolo a fermarsi completamente. Questa distanza extra del 20% può essere sufficiente a causare un incidente fatale e non deve essere sottovalutata. In questa guida è illustrato come fare per cambiare gli ammortizzatori in una Suzuki Swift, che utilizza dispositivi standard su tutte e quattro le ruote. Questa operazione si rivela molto utile, in quanto gli ammortizzatori usurati possono causare la rottura dei pneumatici. Se gli ammortizzatori funzionano correttamente si dovrebbero avere le gomme in contatto ottimale con la strada e non ci dovrebbe essere alcuna vibrazione. Se si verifica questo problema, è necessario essere prudenti quando si va soprattutto ad alta velocità, in quanto le vibrazioni possono essere più intense e riducono il controllo generale del veicolo.

1 Azionare il freno di stazionamento Per prima cosa parcheggia la tua Suzuki in un luogo illuminato e aziona il freno di stazionamento. Allenta i dadi sulle ruote anteriori e solleva la vettura con dei cavalletti o un elevatore. A questo punto sistema una chiave inglese sull'asta dell'ammortizzatore e rimuovi il dado dalla sommità. Utilizzando un cricchetto togli anche tutti i dadi che saldano i dispositivi, che troverai vicino al braccio di controllo inferiore, facendo attenzione a non rovinare le loro guarnizioni.

2 Posizionare una nuova guarnizione Posiziona una nuova guarnizione di gomma sulla parte superiore del braccio dell'ammortizzatore. Fallo scivolare via dalla sede attraverso il braccio di controllo inferiore e guida l'asta del pistone lungo il foro, che si trova nel supporto superiore, saldandola con i dadi e una chiave inglese. Metti poi anche una guarnizione nella parte inferiore dell'ammortizzatore, fermandola con una nuova rondella che abbia il lato concavo rivolto verso il basso. Serra bene i due dadi sul braccio di controllo inferiore. Ora puoi rimontare le ruote corrispondenti con un cric.

Continua la lettura

3 Bloccare le ruote anteriori del veicolo Adesso devi occuparti degli ammortizzatori posteriori.  Blocca le ruote anteriori con cunei e solleva la parte posteriore della Suzuki con un martinetto supportato da cavalletti, senza rimuovere le ruote posteriori.  Approfondimento Come cambiare gli ammortizzatori della Golf 4 (clicca qui) Utilizzando una chiave a cricchetto e una presa, rimuovi il dado e la rondella dal supporto dell'ammortizzatore inferiore, evitando di andare a toccare il bullone principale.  Con molta attenzione, togli i due dadi dal supporto superiore dell'ammortizzatore.  Tira poi verso di te la parte inferiore della scossa dalla corrispondente staffa di montaggio e rimuovi il dispositivo.  A questo punto puoi guidare il nuovo ammortizzatore in posizione, fermandolo con i due perni del supporto superiore.  Spingi infine la parte inferiore in sede e serra con dadi e rondelle.  Abbassa il veicolo e prova a fare un giro di collaudo, per verificare che tutto sia stato fatto alla perfezione e che i nuovi ammortizzatori abbiano la giusta elesticità e un idoneo tiraggio.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://www.allaguida.it/articolo/sostituzione-ammortizzatori-anteriori-e-posteriori-quando-e-come-fare/82913/ http://forum.quattroruote.it/threads/campagna-aggiornamento-ammortizzatori-anteriori-swift-gls-del-1998.44378/

Come cambiare gli ammortizzatori della Renault Twingo Gli ammortizzatori, su un'auto come la Renault Twingo, sono elementi ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Fiat Panda Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni consigli su come cambiare ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Fiat Punto Evo Cambiare gli ammortizzatori alla Fiat Punto Evo non è mai stato ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Smart Quando si possiede un'automobile bisogna essere consapevoli del fatto che ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.