Come cambiare il radiatore

di Sara Fonte tramite: O2O difficoltà: media

Generalmente il radiatore dell'auto difficilmente si rompe per cause "naturali", può capitare però che, a causa di piccoli urti all'anteriore dell'auto o perché si è ostruito, ci sia la necessità di sostituirlo. Niente paura: non è un lavoro difficilissimo, basta un minimo di pazienza e di manualità. Ovviamente, realizzando voi stessi questa particolare operazione di manutenzione, avrete la possibilità di risparmiare notevoli somme di denaro, poiché non avrete la necessità di assumere un tecnico specializzato.  

Assicurati di avere a portata di mano: un radiatore nuovo del tipo e modello di quello da sostituire Del liquido antigelo nelle quantità indicate dalle istruzione dell'auto Qualche attrezzo da meccanico (delle chiavi di varia misura, dei giravite, pinze)

1 Per acquistare il nuovo radiatore potete rivolgervi ad un negozio di autoricambi, oppure potete cercarne uno su internet. Quando effettuate l'acquisto però è sempre bene tenere sotto mano il libretto dell'auto in modo da individuare l'esatto modello di radiatore che vi serve. Inoltre, vi conviene comprare anche del liquido refrigerante.

2 Innanzitutto, dovete svuotare completamente il circuito di raffreddamento dell'auto. Individuate il tubo di uscita del radiatore e sfilatelo dal raccordo in modo che tutto il liquido possa uscire dal circuito. Dopo potete smontare tutti i tubi di gomma che partono o arrivano al radiatore. Ora, se è in una posizione comoda, potete smontare anche il termostato, altrimenti ricordatevi di smontarlo una volta estratto il radiatore dal cofano motore.

Continua la lettura

3 Prima di procedere nello smontaggio della ventola verificate se è possibile farlo senza toccare il radiatore oppure se è fissata ad incastro.  Nel primo caso allentate i bulloni o le viti che la fissano ed estraetela, altrimenti procedete nello smontaggio del blocco radiatore/ventola.  Approfondimento Come cambiare il radiatore dell'auto (clicca qui) Una volta smontato il radiatore provvedete a togliere il termostato se non lo avevate fatto prima.  A questo punto, potete procedere a rimontare il nuovo radiatore seguendo i passi precedenti al contrario.  Una volta che tutto è sistemato a dovere versate nella vaschetta dell'impianto di raffreddamento dell'auto il nuovo liquido antigelo (miscelato con acqua possibilmente distillata - 50 e 50), accendete il motore e aspettate che tutto vada a temperatura, dopodiché se necessario rabboccate ancora con un po' di liquido fino al livello ottimale, come indicato dalla casa costruttrice dell'auto.

Non dimenticare mai: Non aprire MAI il tappo del circuito di raffreddamento dell'auto quando è ancora caldo Non trafficare MAI con le mani nelle vicinanze della ventla dellauto senza prima avere scollegato i contatti elettrici o la batteria Non disperdere nell'ambiente il liquido di raffreddamento dell'auto

Come sostituire il radiatore di una Renault Clio Può capitare che, a causa di un piccolo incidente, o perché ... continua » Come cambiare il Ventola Di Raffreddamento dell'auto Un impianto di raffreddamento è un particolare sistema di apparecchiature e ... continua » Come sostituire il liquido radiatore dell'auto Con la stagione invernale può capitare di incorrere in gravi problemi ... continua » Come cambiare il Termostato dell'auto Il termostato è un apparecchio che determina e gestisce la temperatura ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come cambiare un radiatore

Il radiatore dell'automobile, rappresenta la parte raffreddante dell'automobile, costituita da una serie di griglie, con all'interno del liquido refrigerante. La sua posizione ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.