Come cambiare il radiatore dell'auto

di Chiara Affinito tramite: O2O difficoltà: media

Il radiatore dell'auto è costituito da diverse parti, che hanno il compito di evitare che il liquido proveniente dal monoblocco dell'auto si surriscaldi eccessivamente, cosa che causerebbe danni ingenti all'automobile. Il radiatore ha quindi il compito di raffreddare il liquido e questo avviene mediante l'emissione di aria esterna che viene raffreddata e che fa abbassare la temperatura dell'acqua: ad aiutare il radiatore ci pensa una ventola che entra in funzione quando sia l'acqua che lo stesso radiatore si surriscaldano troppo. È quindi necessario effettuare periodicamente delle operazioni di manutenzione, come aggiungere l'acqua e l'antigelo, in maniera tale che il radiatore non subisca danni durante l'utilizzo prolungato del veicolo. Può succedere, però, che non funzioni più bene e quindi saremo costretti a sostituirlo: nei passi seguenti, a tale proposito, vedremo come cambiare il radiatore dell'auto.

Assicurati di avere a portata di mano: pinza, chiave inglese, cacciavite, vaschetta di raccogliemento.

1 Come smontare il radiatore vecchio Il “segnale” tipico di un guasto al radiatore è rappresentato dal fatto che toccandolo lo sentiamo caldo da un lato e freddo dalla parte opposta. Vediamo come procedere alla sostituzione. L’operazione deve essere svolta a motore freddo per evitare di scottarci. Innanzitutto apriamo il serbatoio del liquido di raffreddamento svitando il tappo. Alcuni radiatori sono forniti di “commutatore di temperatura” posizionato all'inizio del circuito: in questo caso scolleghiamolo. Il radiatore è sempre collegato al motore attraverso delle viti di fissaggio e dei bulloni. Individuiamoli e procediamo e rimuoverli. Una volta fatto questo possiamo estrarre il radiatore dal corpo motore, tirandolo verso l’alto. Muniamoci di una vaschetta di raccolta e svuotiamo il radiatore, ricordandoci che il liquido di raffreddamento necessita di essere smaltito secondo le norme di legge presso i centri di raccolta.

2 Come maneggiare il nuovo radiatore Ora prendiamo il nuovo radiatore (acquistato presso un negozio di ricambi e possibilmente originale o comunque compatibile con l’autovettura). Durante la fase di montaggio bisognerà procedere con molta attenzione e maneggiarlo con cura: le alette, infatti, sono molto sottili ed estremamente delicate e rischiano di deformarsi. Ancora, bisognerà prestare attenzione perché, queste sono anche molto affilate e taglienti.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Come montare il radiatore nuovo A questo punto posizioniamo il nuovo radiatore e procediamo al contrario per montarlo correttamente.  Fissiamolo al motore con attenzione, stringendo bene viti e bulloni, poi colleghiamo i tubi di entrata e di uscita.  Approfondimento Come cambiare un radiatore (clicca qui) Nel caso in cui fosse presente il sensore di temperatura, colleghiamo anche quello.  Ora possiamo riempire il serbatoio con il liquido di raffreddamento.  Mettiamo in moto l’automobile e attendiamo qualche minuto per permettere al liquido di circolare.  Nel frattempo, a cofano sollevato, verifichiamo che non si siano verificate delle perdite nelle guarnizioni.  Ora il nuovo radiatore è finalmente pronto per farvi percorrere chilometri e chilometri in tutta sicurezza.  Come avrete capito, la procedura da seguire è davvero semplice: ovviamente, se non avete dimestichezza con questo tipo di lavori sarà meglio rivolgervi al vostro meccanico di fiducia, in maniera tale da evitare di danneggiare irrimediabilmente la vostra automobile.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Sostituire il radiatore

Come cambiare il radiatore di una Ford Focus Il radiatore nell'auto è indispensabile per abbassare la temperatura del ... continua » Come cambiare il radiatore della moto All'interno di questa breve guida, andremo a parlare di moto ... continua » Come sostituire il radiatore della Fiat 500 Buona parte dell'energia generata dal motore di un'automobile, si ... continua » Come cambiare il radiatore della Fiat Idea Quando abbiamo un'auto la manutenzione ordinaria e straordinaria è spesso ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.