Come cambiare il telaio di una moto

di Daniele Rinella tramite: O2O difficoltà: media

Solitamente, il telaio di una moto si sostituisce dopo un grave incidente. L'operazione richiede particolari requisiti ed autorizzazioni specifiche. Inoltre, per procedere senza intoppi, il mezzo deve possedere una situazione giuridica regolare, con omologazione ed immatricolazione. Pertanto, ecco qualche semplice consiglio su come cambiare il telaio di una motocicletta.

Assicurati di avere a portata di mano: Nuovo telaio Documentazione necessaria

1 Utilizzare un ricambio rigorosamente omologato Anzitutto, la sostituzione del telaio andrà effettuata con un ricambio rigorosamente omologato e della stessa casa motociclistica. Un telaio non originale e non omologato comporterebbe una moto fuori legge pertanto, il proprietario, dopo vari controlli, sarebbe soggetto a contravvenzioni salatissime. Con tutti i documenti in regola, ci si dovrà rivolgere ad un meccanico di fiducia. Infatti, cambiare il telaio è un'operazione molto rischiosa. A fine lavoro, il professionista firmerà l'attestato per la responsabilità ed il certificato di garanzia. Quest'ultimo verrà rilasciato contestualmente all'acquisto del telaio.

2 Recarsi alla motorizzazione civile Successivamente, inizierà l'iter burocratico. La moto non potrà ancora circolare e sarà, quindi, necessario recarsi alla motorizzazione civile. Qui, si dovrà richiedere la sostituzione della nuova punzonatura sul telaio. Pertanto, i nuovi dati verranno trasmessi e registrati. La procedura descritta rappresenta quella standard. In questo caso, sarà possibile utilizzare un altro sistema legale per cambiare il telaio della moto. In questo caso, sarà necessario acquistare un telaio usato oppure uno nuovo dall'estero. Chiaramente, in entrambe le situazioni, i telai dovranno appartenere sempre alla stessa casa madre. Tuttavia, non verrà spedito il certificato di garanzia e, per ottenerlo, bisognerà italianizzare il telaio ad un determinato costo.

Continua la lettura

3 Chiedere l'aiuto di un meccanico professionista A volte, il prezzo è notevolmente accessibile, perfino inferiore al telaio estero.  La procedura, in seguito, sarà identica fino alla fine.  Approfondimento Come cambiare il telaio di uno scooter (clicca qui) Ovviamente, ci si dovrà recare alla motorizzazione civile e rispettare l'intero iter burocratico.  Per cambiare un telaio usato, invece, bisognerà annotare il numero e comunicarlo alla motorizzazione civile, durante la punzonatura.  Naturalmente, il montaggio spetterà sempre ad un meccanico professionista e lui ne sarà completamente responsabile.  Inoltre, firmerà come in precedenza la garanzia e l'attestato.  In conclusione, sarà importante procedere sempre legalmente, poiché l'evasione è severamente punibile dalla legge con multe salate.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Special: “Per essere in regola non puoi cambiare (quasi) nulla” Come omologare una special Modificare la propria moto Come costruire una motocicletta Chopper

Guida all'omologazione di una moto tuning Se volete omologare una moto tuning, dovete attraversare un iter burocratico ... continua » Come cambiare il telaio di un autocarro Qualora aveste intenzione di comprare un autocarro, oppure se praticate già ... continua » Come immatricolare una moto senza libretto All'interno di questa guida, andremo a occuparci di moto. Nello ... continua » Come cambiare il parabrezza alla moto I ciclomotori sono agili, veloci ed adatti al traffico cittadino. Le ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come restaurare una moto

Per restaurare una moto, in genere ci si riferisce sempre al proprio meccanico di fiducia. C'è però la possibilità di poterla restaurare da soli ... continua »

Come reimmatricolare una moto

Capita spesso di imbattersi in vendite di moto prive di documenti, radiate, demolite, oppure prive di numero di targa. Prima di lasciarsi invadere dall'entusiasmo ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.