Come cambiare le pasticche alla Fiat Stilo

di Giuseppe D'Ambrosio tramite: O2O difficoltà: media

Le pasticche di un'auto, svolgono un ruolo fondamentale nel reparto frenante della stessa, infatti, queste serrano il disco del freno, creando attrito e di conseguenza rallentando il veicolo. L'usura dei dischi e delle pasticche, dipende molto a seconda del posto e dello stile di guida, infatti, se in modo sportivo e con tracciato più montuoso, codesti, tendono a usurarsi più in fretta rispetto ad una guida pacata ed uso autostradale. Le pasticche, una volta usurate, (le pasticche sono quello che si usurano prima), riducono la frenata e di conseguenza, si compromette la sicurezza del pilota e dei passeggeri, rovinando, poi, anche i dischi, che hanno, invece, un prezzo più cospicuo. Pertanto, al primo segnale (indicazione luminosa sul cruscotto o controllo manuale dello spessore), le pasticche andranno cambiate da subito. Non è necessario per forza un professionista per sostituire queste pasticche all'interno della Fiat Stilo, infatti, in questa guida, vi dirò come fare tutto ciò, in maniera fai da te.

Assicurati di avere a portata di mano: Crick Chiave 14 Giravite a taglio Chiave per ruota

1 Prevenire la sostituzione Sarebbe opportuno sostituirle, quindi, ai primi segnali della spia sul cruscotto della nostra Stilo, oppure, il cambio ogni 30.000 o 40.000 Km. Per cambiare le pasticche alla Fiat Stilo, posizionate il crick ed alzate la macchina fino ad una altezza ottimale. Ogni pinza dispone di due pasticche, una nel lato interno del disco e l'altra in quello esterno. Per prima cosa, scollegate con attenzione il filo della spia, poi allargate la pinza e distanziate le due pasticche dal disco. Nella parte posteriore, invece, si trova un'apertura, inseriteci un giravite a taglio e provate fate leva. In questo modo, separerete le pasticche dal disco.

2 Fase della sostituzione A questo punto, smontate la pinza del freno anteriore e rimuovete la vite superiore, con una chiave da 14, allentando anche le viti di sotto. Le pasticche, si trovano proprio all'interno della pinza e se notate, ognuna di essi, viene tenuta ferma da due fermi di acciaio. Pertanto, estraete le vecchie pasticche ed inserire le nuove allo stesso modo e nello stesso punto, senza dimenticare di posizionare anche il filo del segnalatore dell'usura delle pasticche. Scegliete, preferibilmente, pasticche originali della Fiat Stilo, ovviamente, per una maggiore sicurezza e durata.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Ultimi accorgimenti Una volta completata la sostituzione, rimettete la pinza apposto e avvitatela nuovamente.  Quindi, passare all'altra pinza.  Approfondimento Come cambiare i freni della Toyota Yaris (clicca qui) Chiaramente vale la stessa cosa per i freni posteriori, ovviamente, con l'unica differenza di assicurarsi di aver tirato il freno di stazionamento.  Finito il lavoro, bisogna dare un po' di tempo ai freni che si rimarginino, infatti, bisogna rodare le pasticche per un buon 500 km, altrimenti, queste, saranno sempre lisce.

Non dimenticare mai: Ricordare che per i primi chilometri la macchina potrebbe frenare male Durante i primi chilometri, evitate le frenate brusche Alcuni link che potrebbero esserti utili: Come cambiare le pastiglie dei freni Cambio delle pastiglie e dei freni auto: quando, perchè e costo Sostituzione freni: come fare per cambiare le pastiglie

Come cambiare le pasticche alla Fiat Punto Uno degli elementi più importanti in assoluto che caratterizzano un'automobile ... continua » Come cambiare i freni della Wolksvagen Golf Quando guidiamo un'automobile è molto importante capire che si tratta ... continua » Come cambiare i freni della Citroen C4 Picasso I freni sono vitali, in quanto a mancanza o non disponibilità ... continua » Come cambiare le pasticche alla Peugeot 206 Il perfetto stato dell'automobile e dei suoi componenti è molto ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.