Come cambiare le pasticche alla Peugeot 206

di Roberta V. tramite: O2O difficoltà: media

Il perfetto stato dell'automobile e dei suoi componenti è molto importante. Fare una buona manutenzione della propia auto consente di viaggiare sicuri e non correre rischi inutili. Avere una macchina performante e senza problemi riduce il rischio di incidenti e inconvenienti. In questa guida ci occuperemo dell'impianto frenante. Vedremo come cambiare le pasticche alla peugeot 206. Citeremo ogni singolo passaggio e daremo svariati consigli e accorgimenti da tenere. Se nn avete una buona praticità o dei dubbi rivolgetevi ad uno specialista del settore.

Assicurati di avere a portata di mano: pasticche nuove crik martello cacciavite

1 Tipo di pasticche Come prima cosa andate da un rivenditore autorizzato muniti di libretto di circolazione. Acquistate le pasticche adatte al modelli della vostra auto (il libretto di circolazione vi aiuterà in questo). Evitate di acquistare pasticche di seconda mano o di marche sconosciute. Così eviterete spiacevoli sorprese e soprattutto le pasticche di marca originale dureranno molto di più. A questo punto munitevi di un crik per sollevare la macchina da terra. Sarebbe preferibile utilizzare 2 sollevatori per tenere alzati entrambi i lati, ma in mancanza si possono utilizzare 2 crik.

2 Passaggi Fatto ciò, smontate la ruota. Per rendere comoda la manutenzione nello smontaggio e rimontaggio delle pastiglie, occorre posizionare lo sterzo nella direzione esterna. Naturalmente questa procedura dovrà essere ripetuta anche dall'altro lato, quindi girate lo sterzo verso destra e poi verso sinistra a seconda della parte in cui si sta effettuando il lavoro.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Cambio delle pasticche Procedete con il togliere le pinze, agendo sul perno.  Se il perno dovesse essere saldato, allora è necessario utilizzare il cacciavite e il martello per rimuovere il componente.  Approfondimento Come cambiare le pasticche alla Fiat Stilo (clicca qui)
Successivamente utilizzate dell'aria compressa per eliminare ogni residuo di polvere che hanno lasciato le pastiglie vecchie.  In seguito posizionate il divaricatore tra i 2 pistoncini affinché vengano inserite le nuove pasticche, ma attenzione al disco e ai pistoncini a non danneggiarli.  Rimontate il tutto in modo corretto.  È necessario in questo caso verificare che la pinza dei freni sia stata stretta in maniera decisa.

4 Accorgimenti Un piccolo consiglio da tenere bene in mente: prima di mettere l'autovettura in marcia, è importante tirare il freno in modo che il nuovo liquido dei freni circoli in maniera corretta. In aggiunta è necessario non affondare subito il pedale del freno dopo che sono state montate le pasticche nuove. Occorre che passi un po' di tempo al fine di far circolare il liquido nella pompa apposita.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://passionepeugeot.it/forum/viewtopic.php?f=92&t=83497

Come cambiare i freni della Citroen C4 Picasso I freni sono vitali, in quanto a mancanza o non disponibilità ... continua » Come cambiare i freni della Toyota Yaris La Toyota Yaris è una macchina molto venduta, ottima come qualità ... continua » Come cambiare i freni alla Ford Ka Ogni automobile con il passare degli anni necessita di manutenzione. Una ... continua » Come cambiare i freni della Mercedes Classe A La sostituzione dei freni di una Mercedes classe A è un ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.