Come comportarsi in caso di furto della propria auto

di Salvatore Rinella tramite: O2O difficoltà: facile

Quell'attimo in cui realizzi che non hai dimenticato dove hai parcheggiato, che nessun carro attrezzi ha rimosso la tua auto ma che hai subito un furto, dopo l'incredulità vieni invaso da rabbia, agitazione. Non farti prendere dal panico, "Keep calm" e leggi attentamente la presente guida per capire come comportarsi in caso di furto della propria macchina.

Assicurati di avere a portata di mano: Certificato di proprietà dell'auto Libretto di circolazione Copia della denuncia delle autorità competenti Tanta pazienza

1 Per prima cosa può essere utile telefonare ad un familiare o un conoscente con il quale poter condividere l'accaduto e stemperare l'agitazione. Appena raggiunta la giusta lucidità, valuta come poter raggiungere il comando dei carabinieri o il distretto di polizia più vicino. Gli agenti chiederanno i tuoi dati e tutte le informazioni utili a ripercorrere l'accaduto. Se il libretto di circolazione e il certificato di proprietà sono rimasti nel vano porta oggetti dell'auto ricorda di indicarlo! È un passaggio importante per non avere problemi con la tua assicurazione. Procedi con la firma della denuncia solo dopo averla riletta attentamente.

2 Il secondo passaggio fondamentale è quello di segnalare il furto alla tua compagnia di assicurazione. Ricordati che hai 3 giorni di tempo e che c'è bisogno della copia della denuncia (conserva accuratamente l'originale) e degli estremi della polizza. Può essere utile segnalare il furto al call center della tua compagnia assicurativa e consultare se sul loro website c'è una sessione su come comportarsi in caso di furto con la modulistica da compilare. Per sicurezza, qualsiasi siano le indicazioni fornite dall'Assicurazione, è importante effettuare la segnalazione del furto attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno. Ricordati di specificare i tuoi dati, il numero di polizza, la fotocopia della denuncia e di richiedere esplicitamente la sospensione dell'intera polizza, sia responsabilità civile che eventualmente il furto ed incendio. Per avere il rimborso dall'assicurazione dovrai consegnare tutte e due le chiavi dell'auto rubata e scrivere una procura presso uno studio notarile (costo 70 euro circa più marca da bollo da 14,62 euro) nella quale rinunci alla proprietà dell'auto a favore della stessa compagnia di assicurazione nel caso in cui il veicolo venisse ritrovato.

Continua la lettura

3 Per completare l'iter di richiesta della liquidazione, è necessario recarsi presso uno sportello ACI per richiedere la trascrizione del furto sul Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e sul certificato di proprietà del veicolo (se ti è stato sottratto anche quello l'ACI ti rilascerà un nuovo documento).  Sei arrivato alla fine di questa spiacevole storia, non ti resta che aspettare con tanta pazienza il rimborso che ti verrà versato dopo circa 30 giorni.

Non dimenticare mai: Dal furto al rimborso passeranno non meno di 20 giorni! Alcuni link che potrebbero esserti utili: Cosa fare in caso di furto. Servizi ACI: furto del veicolo. Furti d'auto: istruzioni per l'uso.

Come comportarsi in caso di atto vandalico all'auto A molti di voi è certamente capitato di subire un atto ... continua » Guida ai documenti da avere a bordo di un'auto Per poter circolare sul territorio nazionale italiano a bordo di un ... continua » Cosa fare in caso di furto di una moto: denuncia, documenti La società moderna ci arricchisce di tecnologie ma anche di problemi ... continua » Come rintracciare un'auto rubata In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori se purtroppo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.