Come controllare l'impianto elettrico della Smart

di Christian Vannozzi tramite: O2O difficoltà: media

La Smart, pur essendo una vettura tedesca costruita con motore e tecnologia Mercedes presente alcuni punti deboli, specialmente nell'impianto elettrico che deve essere periodicamente controllato. Essendo un elemento fondamentale della vettura, necessita manutenzione, cosa che non deve essere trascurata in nessuna automobile, specialmente se si tratta di una vettura di nuova generazione che si basa molto sull'elettricità. Per farlo occorre dedicarci solo un po di tempo, e non è nulla di complicato, quindi nessuna paura. In questa breve guida aiuteremo quindi il lettore, o la lattice essendo le Smart macchine utilizzate per lo più da donne, su come controllare l'impianto elettrico della Smart.

Assicurati di avere a portata di mano: manualità e conoscenza dell'impianto.

1 L'impianto elettrico è molto vasto e permette di dar vita agli organi elettrici della nostra auto, ad esempio problemi di luci, di aria climatizzata o all'impianto delle casse. In pratica è essenziale per quasi tutte le funzioni della vettura e non deve quindi essere assolutamente trascurato. Nel caso fosse necessario intervenire con la sostituzione della lampadina, bisogna procedere scollegando il filo che porta corrente al proiettore e scollegare il tappo-involucro contenente la lampadina. Così facendo è possibile estrarre la lampadina. Se anche con la sostituzione della lampadina non si hanno segni di vita, è probabile che la fonte di tale problema sia nel fusibile, il quale controlla l'uso del fendinebbia. Nel caso in cui i problemi dell'impianto siano dovuti all'insufficienza della batteria, è possibile procedere ricaricandola con l'ausilio degli appositi morsetti.

2 La prima cosa da fare, in questo caso, è quella di smontare la batteria che si trova nel cofano della vettura. Una volta individuata e tirata fuori, non resta che scollegarla dai fili a cui è collegata. Una volta fatto, si procedere inserendo i fili del caricabatteria ponendo particolare attenzione a mettere i fili nella maniera corretta, cioè il negativo sul negativo e il positivo sul positivo. Il caricabatteria va posizionato su una carica pari a 12 V e fatto caricare non meno di venti ore. Trascorso questo periodo è possibile rimontare la batteria nella vettura.

Continua la lettura

3 Ulteriore caso di controllo per garantire la manutenzione della macchina è la sostituzione del fanale anteriore.  Come è risaputo, i fanali dell'auto servono per indicare sia la presenza dell'automobilista sulla strada, sia per rendere la stessa visibile.  Approfondimento Come cambiare le lampade interne sulla Daewoo Kalos (clicca qui) È importante garantire questi minimi criteri di manutenzione, così da ne sfruttare il costante utilizzo ed efficienza della vettura.

Come sostituire la batteria della propria automobile Come sostituire la batteria della propria automobile: spesso succede di salire ... continua » Come prolungare la durata della batteria dell'auto È risaputo che la batteria di un automobile è una delle ... continua » Come cambiare i fusibili alla Toyota Yaris La nostra auto non è di certo indistruttibile, ma è soggetta ... continua » Come cambiare le casse della Smart Tutte le automobili, dopo averle utilizzate per un certo periodo, hanno ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come montare l'autoradio sulla Bravo

Molte auto non hanno l'autoradio montato direttamente incorporato, quindi sarebbe utile montare l'impianto direttamente per conto vostro. Trattandosi di un procedimento non particolarmente ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.