Come Controllare L'Elettroventola Radiatore dell'Auto

di Giulia Ciaramitaro tramite: O2O difficoltà: media

L'elettroventola è un vero e proprio ventilatore che, una volta in funzione, da origine ad un flusso d'aria che attraversa il radiatore generando in questo modo un forte scambio termico con il liquido contenuto nel radiatore stesso. Nella maggioranza delle auto moderne si adoperano ventole aspiranti con pale di plastica azionate da un motore elettrico. Queste ultime di raffreddamento, montate sul radiatore della macchina, a volte possono non funzionare creando dei seri problemi al circuito di raffreddamento del motore. Non tutti sanno però come fare in questo caso a stabilire se si è guastata l'elettroventola e non sia invece un'altra avaria che non la rende funzionante. Se vi trovate in queste circostanze, non vi resta che continuare a leggere per scoprire come controllare l'elettroventola del radiatore.

Assicurati di avere a portata di mano: Un paio di metri di filo elettrico bipolare Una pinza

1 Come prima cosa individuate, tramite l'apposito libretto di istruzioni, il fusibile dell'elettroventola e controllate se è tutto integro. Se quest'ultimo si è bruciato occorre provare a sostituirlo. Se si brucia di nuovo è necessario proseguire facendo altri opportuni controlli. Aprite, quindi, il vano motore e individuate il connettore dell'elettroventola. L'utente, per essere certo che sia il connettore giusto, dovrà seguire il cavetto che esce dal motorino dell'elettroventola stessa. Staccate, adesso, il connettore, prendete il cavetto bipolare, spelate le due punte di una estremità e inseritele nei due contatti del connettore nel lato del motorino.

2 Con le mani è fondamentale poggiare l'altra estremità del cavetto ai due poli della batteria, senza preoccuparsi della eventuale sfiammata che potrebbe essere causata dal carico del motorino. Se l'elettroventola funziona, il guasto è da attribuire al termostato che comanda la ventola quando la temperatura raggiunge i gradi della sua taratura. In questo caso il termostato va sostituito e può farlo l'utente stesso, purché ricordi che è avvitato su un lato del radiatore.

Continua la lettura

3 Se l'elettroventola, invece, non dovesse funzionare, purtroppo è indispensabile sostituirla con una nuova.  È bene ricordare che qualora la medesima elettroventola si dovesse guastare, ciò è visionabile quando il termometro della temperatura dell'acqua raggiunge il colore rosso.  Approfondimento Come riparare la nuova Panda se accende spia di eccessiva temperatura motore (clicca qui) Qualora codesto problema dovesse ripetersi nel tempo, nonostante l'aggiunta del liquido refrigerante, è indispensabile fermarsi a controllare prima che il motore venga danneggiato da questi surriscaldamenti continui.  Buon lavoro!. 

Non dimenticare mai: Con le mani è fondamentale poggiare l'altra estremità del cavetto ai due poli della batteria, senza preoccuparsi della eventuale sfiammata che potrebbe essere causata dal carico del motorino. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Termostato Auto Rotto: Cosa Fare per Evitare Danni Come Evitare che il Motore dell'Automobile si Surriscaldi Controllo ventola radiatore

Come sostituire il radiatore della Fiat Panda Ogni automobile ha la necessità di effettuare una costante opera di ... continua » Come cambiare il radiatore Le automobili rappresentano il mezzo di trasporto maggiormente utilizzato. In virtù ... continua » Come controllare e sostituire il termostato del circuito di raffreddamento dell'auto Il termostato serve per il veloce riscaldamento del motore dell'auto ... continua » Come sostituire il radiatore di riscaldamento della Punto Il radiatore di riscaldamento della punto, si trova nella parte anteriore ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come pulire il radiatore

Il radiatore rappresenta uno dei centri nevralgici per il motore di qualsiasi genere di automobile. Il suo lavoro è semplicemente fondamentale, dal momento che deve ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.