Come demolire un'auto, tutte le info

di Alessandro // tramite: O2O difficoltà: media

L'ora di cambiare la propria auto, a cui magari ci si è molto affezionati, è un momento che può essere posticipato nel tempo, ma che alla fine purtroppo tocca a tutti. La vecchia auto diviene un "peso" di cui disfarsi. Molte persone non sono a conoscenza della possibilità di far demolire l'auto, che viene invece varie volte "abbandonata" presso dei concessionari "senza scrupoli" che ne ricavano parti di ricambio o la rivendono in paesi esteri. Per evitare tutto ciò, ed anche eventuali problematiche legate a queste attività, l'auto può essere demolita. In questa guida sarà spiegato come demolire un'auto, con l'illustrazione di tutte le info necessarie.

Assicurati di avere a portata di mano: Documenti di identità validi Doumenti del veicolo

1 La demolizione di un'automobile ha inizio, come per tutte le altre tipologie di veicolo, da centri di raccolta specializzati in queste operazioni. Prima di potersi servire di uno di questi centri è però fondamentale recarsi in un qualsiasi punto ACI (Automobile Club Italiano) e richiedere presso i suoi uffici una semplice visura sul veicolo che si ha intenzione di demolire. In questo modo si ha la possibilità di verificare che non ci siano dei fermi amministrativi sull'auto, che di fatto, impedirebbero il corretto svolgimento delle fasi successive. Nel caso in cui ci siano dei fermi, è necessario pagare le somme eventualmente dovute all'ente creditore.

2 A questo punto è possibile recarsi presso il centro di demolizione prescelto. Per trovare gli indirizzi è sufficiente controllare in Internet. Bisogna ricordarsi di portare con sé la targa del veicolo, il libretto di circolazione ed il certificato di proprietà. Nel momento della presa in consegna da pare del centro, viene consegnato al proprietario il cosiddetto "certificato di rottamazione", in cui vengono riassunti alcuni dati importanti come ad esempio i dati anagrafici del proprietario, i dati identificativi dell'impresa a cui si sta effettuando la consegna ed i dati del veicolo. Questo certificato ha valore fiscale e deve quindi essere conservato con cura. Entro trenta giorni dal rilascio di questo documento, avverrà la cancellazione del veicolo dai registri del PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Continua la lettura

3 Demolire una vettura non è un'operazione gratuita ed è soggetta a delle spese ed a delle imposte.  Devono infatti essere versati 7,44 € all'ACI come quota fissa ed un'imposta di bollo pari a 29,24 € se si è in possesso del certificato di proprietà.  Approfondimento Demolizione caravan e roulotte (clicca qui) Questa imposta sale a 43,86 € se si utilizza, invece, il modello "NP3B".  Nel caso in cui si decida di far demolire l'auto all'estero, il proprietario deve effettuare tutto di persona presso il Pubblico Registro Automobilistico.  Le operazioni sono comunque abbastanza semplici, dovendo presentare il certificato di proprietà, il libretto di circolazione e le targhe del veicolo interessato.  A questi documenti va aggiunta la "nota di presentazione" che può essere il retro del certificato di proprietà o il già citato modello "NP3B".  Molto importante è essere sicuri che l'impresa di demolizione estera rilasci il certificato in cui si attesta la demolizione, con tanto di traduzione dalla lingua originale all'italiano.

Come demolire un caravan Durante la vita di tutti i giorni utilizziamo mezzi di trasporto ... continua » Come demolire un'auto non iscritta al PRA Quante volte ci sarà capitato di vedere un automobile, parcheggiata sotto ... continua » Pratica di demolizione e rottamazione Arriva sempre, prima o poi, il momento di cambiare automobile, sia ... continua » Demolizione moto: modalità Se la vostra moto è ormai giunta al capolinea, per senilità ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come rottamare un motorino

Generalmente con la rottamazione si prendono le parti riutilizzabili di un veicolo, di un elettrodomestico, di un macchinario e, si cerca, se possibile, di riutilizzarli ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.