Come Disaerare La Frizione Auto A Comando Idraulico

di Luna // tramite: O2O difficoltà: difficile

Le automobili sono composte da diversi elementi che spesso necessitano di piccole attenzioni. La Frizione a Comando idraulico per esempio, presentano diversi vantaggi: ingombro ridotto, usura contenuta e consumi modesti.
Una perdita nel circuito idraulico causa l'ingresso di aria al suo interno e molto spesso, bisogna quindi disaerare per riportare a livello l'olio nel serbatoio. Questa vi guida mostrerà in pochi passaggi semplici da seguire, proprio come eseguire tale procedimento.

Assicurati di avere a portata di mano: olio idraulico recipiente tubetto di plastica cric e sostegni chiavi varie

1 Il circuito è costituito da un serbatoio contenente fluido idraulico (olio), da una pompa e da un cilindro attuatore, collegati da tubazioni per alte pressioni.
Il pedale della frizione dell'auto spinge il pistone della pompa, esercitando una pressione sul fluido idraulico e trasmettendo tale pressione al cilindro attuatore, dove un altro pistone agisce sulla leva di comando e la disinnesta.

2 Per disaerare il circuito idraulico, bisogna prima di tutto individuare il cilindro attuatore della frizione, che nella maggior parte delle auto a trazione anteriore, si trova nel vano motore. Nelle automobili a trazione posteriore, invece, è posizionato su un lato del carter della frizione e probabilmente, per trovarlo bisogna sollevare anteriormente l'auto. Fatto ciò, bisogna necessariamente togliere il coperchio presente sulla valvola di disaerazione del cilindro attuatore e infilare su di essa un tubetto di plastica. Bisognerà dunque versare due o tre centimetri di olio idraulico nuovo in un contenitore pulito e appoggiarlo a terra, sotto il cilindro attuatore.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Adesso bisogna immergere l'altra estremità del tubetto di spurgo nel recipiente, sotto il livello dell'olio, per riversare in esso l'olio e le bolle d'aria contenuti nel circuito.  Dovrete dunque svitare poi con una chiave la valvola di disaerazione di circa tre quarti di giro e far spingere contemporaneamente a fondo il pedale della frizione per poi rilasciarlo rapidamente.  Approfondimento Come controllare e sostituire il liquido dei freni (clicca qui) Adesso dovrete azionare il pedale fino a quando non scompariranno del tutto le bolle d'aria in uscita.  Eliminata tutta l'aria presente nel circuito, facendo molta attenzione a tenere sempre l'estremità del tubo immersa nell'olio, bisognerà mantenere premuto il pedale della frizione mentre si stringe la valvola di disaerazione.  Prima di togliere il tubetto di spurgo e il recipiente dell'olio, dovrete provare a premere il pedale della frizione per controllare che basti una normale pressione per usarlo.  Introdurre a questo punto l'olio nuovo nel serbatoio fino a raggiungere il giusto livello.

4 Prima di versare l'olio nuovo, dovrete lasciarlo riposare nel suo recipiente per almeno 24 ore, per eliminare le eventuali bolle d'aria. A operazione terminata, dovrete premere possibilmente più volte il pedale della frizione mentre si controllano i vari raccordi e le tubazioni del circuito, al fine di accertarsi che non ci siano perdite.

Non dimenticare mai: Eseguite l'operazione con precisione. Alcuni link che potrebbero esserti utili: Punto mk2 - Spurgo frizione idraulica e sostituzione cilindri attuatori

Manutenzione: come riparare la leva della frizione dell'auto La frizione è l'organo che permette di "staccare" il motore ... continua » Come sostituire la frizione alla Ford Fiesta Quando riconoscete di avere problemi con l'auto, la prima cosa ... continua » Come cambiare il liquido dei freni ed effettuare lo spurgo Cambiare il liquido dei freni ed effettuare lo spurgo di un ... continua » Come sostituire la frizione alla Ford Fiesta Amate auto! Ognuna con particolarità differenti che è bene riconoscere prima ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.