Come funziona la bicicletta a pedalata assistita

di G. C. tramite: O2O difficoltà: media

Siamo ormai abituati a vedere in giro per le città automobili e scooter. Le persone utilizzano infatti prevalentemente questi mezzi per muoversi. Questi mezzi, soprattutto le automobili, richiedono di trovare parcheggio e rendono caotica la movimentazione in centro. Inoltre, esse hanno un grande impatto nell'ambiente poiché incrementano l'inquinamento dell'aria. Una soluzione alternativa può essere quella di muoversi in bicicletta. Purtroppo però spesso si è fuori allenamento e la vita in bici può essere difficile, specialmente se occorre fare spesso strade in salita o contorte. La soluzione ideale è usare una bici con pedalata assistita. Vediamo come funziona la bicicletta a pedalata assistita.

Assicurati di avere a portata di mano: Bicicletta Motore elettrico Componentistica varia

1 Funzionalità della bici La bicicletta a pedalata assistita, chiamata anche "pedelec" o "bipa", è una bicicletta in cui il movimento dei pedali, oltre che essere effettuato grazie alla spinta di chi la conduce, è assistita dall'azione di un motore elettrico. La bicicletta a pedalata assistita è molto utile per muoversi in città e paesi, soprattutto in quelli collinari, in cui sono presenti numerosi percorsi in salita, che risulterebbero troppo pesanti da sostenere per chi non è allenato. Grazie però al sostegno del motore, il moto della bicicletta a pedalata assistita risulterà più agevole e facilitato.

2 Motore elettrico Il componente principale della bicicletta a pedalata assistita è sicuramente il motore elettrico. Si utilizzano principalmente motori in corrente continua (DC), che vengono alimentati da una batteria agli ioni di litio. La batteria può essere da 12 V o da 24 V. Esistono due principali tipologie di motori: standard o brushless. I motori brushless non presentano spazzole poiché utilizzano dei magneti permanenti per creare il campo magnetico necessario al funzionamento. Il loro vantaggio è quello di subire meno l'usura e durare più a lungo. La potenza di questi motori va dalle poche centinaia di Watt fino al kilowatt.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Componentistica e accessori Per caricare la batteria è necessaria la presenza di un caricabatterie.  La batteria può essere caricata sfruttando la rotazione dell'asse delle ruote durante le discese o le pianure.  Approfondimento Tutti i veicoli a due ruote (clicca qui) Per sfruttare l'azione del motore quando è necessario, occorre un sensore di sforzo che, sentendo la diversa pressione che viene esercitata sui pedali, attiva o disattiva il supporto del motore elettrico.  Secondo le normative europee, inoltre, occorre usare anche un sensore di pedalata.  Esso dovrà consentire al motore di lavorare soltanto se il conducente sta effettivamente pedalando.

Non dimenticare mai: Effettuate sempre una manutenzione ordinaria e straordinaria della vostra bicicletta Alcuni link che potrebbero esserti utili: Bicicletta a pedalata assistita

Taxi: i più particolari nel mondo Il taxi è il mezzo di trasporto per eccellenza dei turisti ... continua » Come calcolare l'altezza corretta della sella di una bicicletta Se amate la bicicletta ed una bella passeggiata con essa, avrete ... continua » 10 consigli per pedalare sicuri nel traffico Ad oggi nel mondo la percentuale di smog supera i livelli ... continua » Come funziona il motore Wankel Il Wankel è un motore a combustione interna rotativo, definito così ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Pro e contro delle auto ibride

La continua necessità di salvaguardare l'ambiente, riducendo l'inquinamento prodotto dalla circolazione dei veicoli, ha portato sempre più case automobilistiche a investire in motori ... continua »

Pro e contro delle auto ibride

La continua necessità di salvaguardare l'ambiente, riducendo l'inquinamento prodotto dalla circolazione dei veicoli, ha portato sempre più case automobilistiche a investire in motori ... continua »

Le migliori auto ibride sportive

L'aspetto che intriga moltissimo è l'opportunità di poter conciliare la spregiudicatezza di un veicolo sportivo, con l'ambientalismo, legato a emissioni minime. Ciò ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.