Come immatricolare un'auto estera

di Ralf Bloom tramite: O2O difficoltà: facile

Se ti trovi all'estero e sei interessato ad un'automobile che intendi portare in Italia, dovrai seguire alcune procedure in merito alla sua immatricolazione. In questa guida, passo dopo passo, ti darò tutte le indicazioni utili su come immatricolare un'auto estera. Dovrai attenerti a tutte le regole per far sì che tutto vada per il verso giusto.

Assicurati di avere a portata di mano: documenti della vettura

1 Devi prima di tutto sapere che un veicolo estero, sia nuovo che usato, è soggetto all'assolvimento dell'IVA. Un veicolo è considerato usato se ha già percorso oltre 6 mila chilometri. Riguardo alla documentazione fiscale da produrre, devi agire in base alla situazione in cui ti trovi, ossia se si tratta di un veicolo acquistato nell'ambito dei paesi UE da un soggetto operante nell'ambito di un'impresa, oppure un veicolo acquistato direttamente da un importatore non soggetto ad IVA.

2 In merito alla prima situazione, tieni presente che gli importatori devono comunicare per via telematica tutti i dati inerenti al veicolo estero da immatricolare. In tal caso, non dovrai produrre alcuna documentazione fiscale. Ti basterà quindi attendere le opportune verifiche da parte del Dipartimento dei trasporti terrestri.

Continua la lettura

3 Per ciò che riguarda la seconda situazione, dovrai assolutamente produrre, in conformità al DPR n.  445/2000, un'apposita dichiarazione sostitutiva dell'atto notorietà che dovrà attestare diversi dati.  Approfondimento Come immatricolare l'auto come autocarro (clicca qui) Indica quindi la denominazione con tanto di partita IVA della ditta estera dalla quale hai acquistato il veicolo, il numero di telaio, la targa, il tipo di veicolo e specificare se lo stesso ha percorso oppure no più di 6 mila chilometri.  Qualora l'importatore non sia soggetto IVA, nella dichiarazione devi specificare il tuo codice fiscale, l'avvenuto assolvimento degli obblighi IVA mediante versamento con modello F24, la targa, il numero del telaio del veicolo e, per finire, sia il numero che la data della fattura.  Non dimenticare inoltre di allegare a tutta la documentazione, anche la fotocopia di un tuo documento di riconoscimento, che può essere sia la carta d'identità che la patente di guida.

4 Se si dovesse trattare di un veicolo acquistato al di fuori della Comunità Europea, ma importato in qualsiasi altro paese che ne facesse parte, tieni presente che non necessita di alcun certificato doganale. Per quest'ultimo, ti sarà sufficiente produrre apposita documentazione che attesti che sia stato assolto l'obbligo IVA sugli acquisti intracomunitari.

Come immatricolare e iscrivere l'auto al p.r.a. La legge non richiede forme particolari per l'acquisto o la ... continua » Come immatricolare un'auto modificata Trasformare una semplice auto in una fuoriserie, per alcuni è una ... continua » Come assicurare un'auto all'estero A causa della crisi economica che ci ha coinvolto in questi ... continua » Come circolare in Italia con targa straniera Moltissime sono le automobili con targa straniera che attraversano il suolo ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.