Come lubrificare gli ammortizzatori

di Pasquale Spinelli tramite: O2O difficoltà: media

Gli ammortizzatori sono dei congegni meccanici aventi il compito di rallentare il movimento di una sospensione oppure di attenuarne l'oscillazione ed il loro utilizzo negli autoveicoli è fondamentale.
Talvolta, però, potrebbe capitare di salire in macchina o in sella alla propria moto e sentire una specie di cigolio proveniente dagli pneumatici: in queste situazioni, occorre intervenire e, leggendo attentamente la seguente pratica guida, saprete come bisogna lubrificare gli ammortizzatori e far cessare il fastidioso rumore.

Assicurati di avere a portata di mano: Lubrificante per ammortizzatori Automobile o moto

1 Il prodotto lubrificante Innanzitutto, per procedere alla lubrificazione degli ammortizzatori, sarà necessario selezionare ed acquistare un adeguato ed efficace prodotto lubrificante; in commercio ne esistono decine, ma vi consiglio vivamente di scegliere dei prodotti specifici per gli steli ed i raschiapolvere degli ammortizzatori: esistono degli ottimi prodotti spray ed è possibile comprarli anche nei grandi supermercati.

2 L'impiego degli ammortizzatori Pensando ai terreni o alle strade disastrate, senza questi dispositivi, le automobili o le moto diventerebbero ancora meno stabili per colpa della perdita d'aderenza delle ruote e ciò provocherebbe una perdita di controllo del mezzo poiché, seppur l'energia venisse assorbita inizialmente dalle ruote, la medesima verrebbe scaricata bruscamente sul veicolo e sull'abitacolo.
Pertanto, l'impiego degli ammortizzatori previene alcuni spiacevoli inconvenienti, permettendo l'uso di molle maggiormente morbide per le sospensioni; generalmente, un ammortizzatore è composto da due cilindri coassiali:
- uno interno, dove scorre lo stantuffo ed è presente uno stelo ancorato al telaio;
- uno esterno.
Quando avviene una sollecitazione esterna, grazie al movimento di questi cilindri coassiali, le vibrazioni vengono assorbite: gli ammortizzatori più conosciuti sono quelli "a fluido" (che utilizzano un olio), "a gas" (dove l'olio è unito al gas), "ad effetto magnetico" (che sfruttano alcune correnti parassite) o "mass damper" (che impiega una massa scorrente su un asse). Dopo aver acquistato il prodotto lubrificante giusto, bisognerà sollevare l'automobile dal suolo: potrete naturalmente utilizzare il cric. Ma l'ideale sarebbe avere a disposizione un ponte sollevatore da officina. Successivamente, quando la ruota sarà sollevata da terra, sarà necessario individuare lo stelo dell'ammortizzatore dietro le ruote.

Continua la lettura

3 Rimuovere lo sporco Dopodichè, occorre cercare di pulire e rimuovere sia lo sporco che l'eventuale incrostazione da ruggine; infine, sarà sufficiente passare attentamente lo spray lubrificante lungo lo stelo e riportare la ruota dell'automobile sul terreno per la verifica; inoltre, è preferibile lubrificare anche gli altri eventuali punti d'ingrassaggio della macchina, perché rappresentano spesso una concausa di rumore.

Come cambiare gli ammortizzatori della Skoda Octavia Saper imparare come poter cambiare gli ammortizzatori della propria auto, è ... continua » Come sostituire gli ammortizzatori Alfa 147 In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le informazioni utili ... continua » Manutenzione: Come riparare gli ammortizzatori dell'auto Quando gli pneumatici della nostra auto non mantengono bene il contatto ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Fiat Punto Evo Cambiare gli ammortizzatori alla Fiat Punto Evo non è mai stato ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.