Come pulire il paraurti

di Luca Rettori tramite: O2O difficoltà: media

Tutti sanno che per percorrere una strada nella completa sicurezza bisogna avere tutte le parti della macchina in modo tale che siano regolamentari. Ultimamente ci sono state delle situazioni in cui le forze dell'ordine hanno fermato nei posti di blocco persone che avevano il paraurti della propria automobile non del tutto pulito. Perciò lavare le parti fondamentali della macchina con cui andate a lavoro o a prendere i vostri figli a scuola, è di assoluta importanza. Quindi, non perdiamoci troppo in chiacchiere inutili e andiamo a vedere in questa guida come pulire il paraurti.

Assicurati di avere a portata di mano: Sgrassatore Pezza Straccio

1 Cosa è il paraurti Per prima cosa dobbiamo sapere alla perfezione cosa è ed a cosa serve il paraurti in questione. Fu inventato allo scopo di evitare ed attutire i colpi dati da un incidente non troppo violento. Purtroppo è comunque una parte della macchina che non farà evitare i danni causati da un impatto ad altissima velocità, per questo sono state inventate le cinture di sicurezza. Molte automobili hanno sia un paraurti anteriore che posteriore e sono di un materiale metallico. Quelle delle ultime generazioni sono di materiale plastico o con parti di resina. Ovviamente più il paraurti è spesso e maggiore sarà la sua funzionalità.

2 Prepararsi per pulire il paraurti Per poter pulire una parte così efficiente c'è bisogno di un prodotto di alta qualità, per questo è sempre consigliato andare prima da un meccanico per avere un parere di un professionista. Assicuratevi di essere in un posto asciutto e non troppo umido e procuratevi uno sgrassatore da cucina ed una pezza. Passate due o tre mani di sgrassatore sul paraurti con la pezza che avrete preso in precedenza, in modo da levare qualsiasi traccia di sporco residuo che si era infiltrato li da tempo. Una volta fatto questo asciugate il tutto con un'altro straccio e vedete se ci sono rimaste delle macchie in profondità.

Continua la lettura

3 Pulire il paraurti Arrivati a questo punto non vi resta che passare l'ultima mano con il prodotto che vi è stato consigliato dal vostro meccanico di fiducia.  Cercate sempre di fare dei movimenti uniformi, così da non creare aloni di liquido sul paraurti appena pulito Approfondimento Come riverniciare il paraurti anteriore in plastica dell'automobile (clicca qui) Se vedete che ne rimangono non siate timidi e passate una seconda mano.  Infine non vi resta che ammirare lo spettacolo che avete appena creato.  Consiglio a tutti, se volete rendere il paraurti ancora più luccicante, di passare un'ultima mano di lacca sulle parti metalliche, così da risaltarne meglio la lucentezza e il contrasto che avrà con il resto della vostra automobile.

Non dimenticare mai: Chiedere sempre il parere del vostro meccanico

Come smontare i paraurti sull'Alfa 147 In questa guida, passo dopo passo, ti darò tutte le indicazioni ... continua » Come cambiare lo spoiler sotto il paraurti anteriore Lo spoiler che si trova sotto il paraurti anteriore dell'automobile ... continua » Come sostituire il paraurti della Peugeot 206 Vuoi cambiare i paraurti alla tua Peugeot 206, ma non hai ... continua » Come proteggere i paraurti dell'auto Il paraurti costituisce uno degli elementi della carrozzeria di un'automobile ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come verniciare un paraurti

Capita spesso di accorgersi di graffi o danni superficiali al nostro paraurti anteriore o posteriore; senza rivolgersi al meccanico è possibile comunque sistemare i graffi ... continua »

Come costruire un paraurti tuning

Sebbene le molte restrizioni del codice stradale, in questo articolo voglio provare ad esporvi come congegnare e costruire un paraurti tuning impiegando il materiale originale ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.