Come pulire internamente una marmitta

di Roberta V. tramite: O2O difficoltà: media

Nell'ultimo ventennio, i problemi di inquinamento sono aumentati a dismisura. Per questo motibo anche le case automobilistiche si sono impegnate per costruire automobili meno inquinanti. Il primo passo è l'avvento della marmitta catalitica. Questa marmitta trattiene parte dei gas nocivi che si liberano nell'atmosfera. Questo tipo di marmitta richiede però alcune accortezze e manutenzione. Infatti ogni tanto la marmitta ha bisogno di un'accurata pulizia. In questa guida, per gli amanti del fai da te, vedremo come pulire internamente una marmitta. Illustreremo tutte le fasi e i procedimenti da compiere per mantenere la marmitta sempre in ottime condizioni e performante. Daremo utilissimi consigli e citeremo due metodi per pulire la marmitta internamente con molta facilità. Ricordate che una marmitta pulita e in ottimo stato aumenta le prestazioni del nostro veicolo.

Assicurati di avere a portata di mano: guanti chiavi inglesi pinze

1 Primo metodo Il primo metodo che andiamo a descrivere, è adatto a un lavoro da officina. In quanto per accedere correttamente al catalizzatore ed ai suoi sensori, dobbiamo sollevare il mezzo con l'apposito ponte. Un metodo quindi un po' costoso e poco praticabile in modalità fai da te. È inutile sottolineare l'efficacia di tale metodo, che riporta il nostro dispositivo anti inquinamento, al suo stato di efficienza iniziale, ovvero come nuovo.

2 Accorgimenti La prima cosa da fare attenzione, è assicurarsi di avere la marmitta completamente fredda. Quindi muniamoci di guanti e iniziamo il procedimento. In commercio possiamo acquistare, apposite schiume chimiche che spruzzate all'interno del catalizzatore, fornito di svariate celle in relazione al tipo in adozione, vengono introdotte attraverso i fori dei sensori. Queste dobbiamo lasciarle agire per circa 15 minuti o comunque per il tempo indicato dal produttore. Risciacquiamo con abbondante acqua corrente per ultimare la pulizia.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Metodo alternativo Un metodo alternativo, assolutamente meno invasivo dal punto di vista meccanico, praticabile in modalità fai da te, consiste nel percorrere 60/70 km alla velocità costante di circa 90 km/h.  Impostiamo una marcia inferiore rispetto alla marcia più alta di cui è dotata la vettura.  Approfondimento Come pulire il catalizzatore della moto (clicca qui) Ad esempio nel caso di auto con cinque marce, dobbiamo percorrere tale tragitto in quarta.  Viaggiamo in questo regime, il catalizzatore va in auto pulizia.  In questo modo espelle insieme all'acqua normalmente prodotta, anche le particelle depositatesi nel nido d'ape del nostro catalizzatore del veicolo.

Non dimenticare mai: Non dimenticate che una mrmitta pulita e performante aumenta le prestazioni della nostra auto e inquina meno. Alcuni link che potrebbero esserti utili: http://www.motoclub-tingavert.it/t692083s.html

Come pulire internamente la marmitta di una moto Tra i componenti di una moto, la marmitta è senza dubbio ... continua » Come pulire la marmitta dello scooter Viaggiando vi siete accorti che la marmitta emette non poco fumo ... continua » Come fare durare più a lungo una marmitta Uno degli elementi più importanti di un veicolo a due o ... continua » Come sostituire il catalizzatore della Hyundai i10 Guidare una Hyundai i10 trasmette emozioni sempre piacevoli. Dopotutto è molto ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come montare una marmitta

Se a rompersi è la marmitta dell’auto, state certi che non avrete problemi ad accorgervene. Il rumore che provoca una marmitta rotta è inequivocabile ... continua »

Come montare una marmitta

Se a rompersi è la marmitta dell’auto, state certi che non avrete problemi ad accorgervene. Il rumore che provoca una marmitta rotta è inequivocabile ... continua »

Come riparare una marmitta

La manutenzione corretta e continua dell'auto è un fattore importantissimo che non va mai sottovalutato, poiché diverse parti possono deteriorarsi col tempo mettendo a ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.