Come regolare gli ammortizzatori dell'auto

di Giovanni Fanti tramite: O2O difficoltà: media

Per un'autovettura gli ammortizzatori sono una delle componenti più importanti in quanto consentono alla macchina la necessaria stabilità nella guida, l'assorbimento dei colpi causati dal manto stradale sconnesso, agiscono sulle frenate improvvise dando all'auto la possibilità di arrestarsi in tutta sicurezza. Per avere però tutte queste opportunità, è necessario che tali elementi ricevano la giusta manutenzione. Vediamo allora di seguito alcuni consigli su come regolare gli ammortizzatori della nostra auto.

Assicurati di avere a portata di mano: cric idraulico cric normale chiave a tubo

1 Come già indicato nel passo di apertura, gli ammortizzatori svolgono un ruolo fondamentale nella guida della nostra auto. Oltre a garantirci un buon comfort di viaggio, questi elementi devono essere in grado di fornirci tutta la sicurezza nella guida, oltre alla buona tenuta sul fondo stradale. Quando un'auto esce dal concessionario, la taratura degli ammortizzatori oscilla dall'1 al 4. Essendo questa una taratura "morbida" i dislivelli del fondo stradale vengono notevolmente attutiti offrendo così il massimo del comfort sia per chi guida sia per i passeggeri. Naturalmente tutto questo a discapito di una buona tenuta di strada.

2 Per fortuna però è possibile effettuare una regolazione personalizzata degli ammortizzatori, variandone così la durezza. Per effettuare questa manovra dobbiamo intervenire sul rapporto compressione - estensione oscillando tale rapporto fra il tre e l'uno. Il procedimento da effettuare non è particolarmente difficoltoso, basta semplicemente avere qualche piccola nozione di meccanica e la giusta attrezzatura. Cominciamo con il posizionare il cric idraulico della nostra auto subito sotto alla barra montante in genere posizionata vicino al paraurti non lontano dalla ruota. Per poter lavorare in maggior sicurezza, andiamo a posizionare anche un ulteriore cric dall'altra parte ovvero sotto l'altra ruota. A questo punto possiamo procedere smontando la ruota utilizzando l'apposita chiave e mettendo in vista l'ammortizzatore.

Continua la lettura

3 Andiamo ora ad intervenire sulla ghiera filettata posta in prossimità del mozzo che blocca il piatto con l'ammortizzatore.  Questo procedimento serve a regolare l'altezza del dispositivo dell'avantreno e retrotreno della vettura.  Approfondimento Come cambiare ammortizzatori posteriori dell'auto (clicca qui) Il consiglio principale è quello di cercare di ottenere una velocità di estensione non eccessivamente veloce per non provocare contraccolpi bruschi che potrebbero far sobbalzare le ruote e diminuire notevolmente la stabilità del veicolo.  In ogni caso, possiamo essere certi che più si riesce a regolare un baricentro basso, più avremo stabilità soprattutto in caso di fondo stradale non ottimale.

Manutenzione: Come riparare gli ammortizzatori dell'auto Quando gli pneumatici della nostra auto non mantengono bene il contatto ... continua » Come riconoscere e risolvere i problemi alle sospensioni dell'auto Le ruote delle nostre auto risultano spesso soggette a urti causati ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Megane Cambiare gli ammortizzatori di una Megane non è una procedura semplice ... continua » Come riparare le sospensioni dell'auto Gli ammortizzatori delle auto hanno come funzioni sia la sicurezza, sia ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come regolare un ammortizzatore a gas

Gli ammortizzatori sono dei pezzi fondamentali nelle automobili, hanno infatti come scopo quello di rallentare, assorbire gli impatti, smorzare l'oscillazione della sospensione. Essi si ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.