Come regolare la pressione delle gomme di una moto

di Pietro Ianneo tramite: O2O difficoltà: media

Andare un motocicletta è una delle emozioni più grandi e sensazionali che si possano provare. Essere in sella alla propria vettura e sentire il rombo del motore è un piacere che in pochi sanno apprezzare. La passione per la moto accomuna comunque moltissime persone. Per far si che la propria moto duri a lungo e i nostri viaggi vengano fatti con sicurezza, è bene di tanto in tanto provvedere alla manutenzione e assicurarsi che le componenti della vettura funzionino tutti nella maniera più adeguata possibile. Tra queste ci sono le gomme, uno degli elementi più importanti per la tenuta su strada. Le gomme delle vetture e dei motoveicoli sono uno degli elementi di maggior importanza, necessitano di essere gonfiate alla giusta pressione e di essere sostituite in caso di usura del battistrada, la loro manutenzione e sostituzione, equivale ad assecondare un concetto di prudenza. Vediamo quindi come regolare la pressione delle gomme di una moto attraverso i passi di questa guida, che daranno utili consigli su come fare.

Assicurati di avere a portata di mano: Aria o azoto. Compressore

1 Sicurezza Va precisato che se un'automobile con i pneumatici sgonfi non è sicura al cento per cento una moto con gomme sgonfie o battistrada consumato diventa veramente pericolosa, la tenuta di strada di una moto, specie in curva e con l'asfalto bagnato necessità assolutamente di pneumatici di qualità in buone ed ottime condizioni gonfiati nella giusta misura, oltre che di ottime sospensioni.

2 Scelta dei pneumatici In base al tipo di moto che abbiamo ci avverremo di pneumatici differenti anche se in caso di moto tuning potremo montarne alcuni diversi da quelli di serie magari un modello più preformante e costoso, comunque sia in base alla moto e alle gomme scelte, dovremo assicurarci che la pressione all'interno degli stessi rientri nei parametri ottimali consigliati dal produttore dei pneumatici. Se possediamo un compressore con manometro sarà sufficiente svitare la valvola di chiusura del pneumatico inserire il tubicino di gonfiaggio e portare la lancetta del manometro alla pressione di gonfiaggio desiderate, in alternativa dovremo effettuare la stessa operazione avvalendoci della colonnina di gonfiaggio presente nei distributori di benzina, o recandoci da un gommista.

Continua la lettura

3 Utilizzo dell'azoto In alcuni casi c'è chi ricorre al gonfiaggio dei pneumatici sostituendo all'aria dell'azoto, in questo caso il tappo di chiusura della valvola sarà di color blu.  Uno dei vantaggi dell'utilizzo dell'azoto è dovuto al fatto che con questo gas la gomma si surriscalda in modo minore, determinando una riduzione del rischio di scoppio del pneumatico.  Approfondimento Gonfiare gli pneumatici della moto alla giusta pressione (clicca qui) Anche la durata stessa del pneumatico, riducendo il surriscaldamento, sembra essere maggiore ed è per questo motivo che nelle competizioni i pneumatici delle moto vengono gonfiati non con aria ma con azoto, anche se i pareri in merito sono molti e talvolta contrastanti.

Non dimenticare mai: Mantenete i pneumatici in perfetto stato e controllateli ogni settimana Alcuni link che potrebbero esserti utili: Tutto sui pneumatici delle moto

Come controllare la pressione di un pneumatico La manutenzione della propria automobile è un aspetto importantissimo. Infatti i ... continua » Come controllare la pressione degli pneumatici Controllare la pressione degli pneumatici è un'operazione semplice, economica e ... continua » Come gonfiare i pneumatici dell'automobile Le ruote sono gli strumenti che tengono in contatto l'automobile ... continua » Come controllare la pressione di un pneumatico La manutenzione della propria automobile è un aspetto importantissimo. Infatti i ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.