Come restaurare una Fiat 500 d'epoca

di Veronica De Stasio tramite: O2O difficoltà: difficile

La Fiat 500 d'epoca è un'autovettura che ha scritto come poche la storia dell'automobilismo italiano. Ancora oggi viene ricordata con affetto e con un pizzico di malinconia dagli ex possessori, che vorrebbero tornare indietro nel tempo. Invece per coloro i quali ne sono ancora fortunatamente in possesso, probabilmente l'automobile necessita di vari ritocchi. Restaurare una fiat 500 d'epoca è un lavoro complesso che richiede l'intervento di professionisti. Infatti questo tipo di interventi richiede attrezzi e macchinari adeguati e la collaborazione di meccanico e carrozziere. Se volete restaurare artigianalmente una Fiat 500 d'epoca, recuperata con un affare o ereditata da vostro nonno, in questa guida vi spiegherò con semplicità quali sono i procedimenti da seguire.

Assicurati di avere a portata di mano: tenaglie,chiavi inglesi, cacciaviti, tronchese Gruetta stracci cutter per vetri. ventosa per vetri. mascherina carta vetrata stucco per carrozzerie acqua ragia vernice per automobili

1 Iniziamo a restaurare la fiat 500 d'epoca. Per prima cosa smontiamo lo sportello del baule posteriore e svitiamo tutte le viti. Per evitare di perderle conserviamole in un contenitore. Ora estraiamo il motore della Fiat 500. Quest'ultimo è troppo pesante da estrarre a mano, quindi utilizziamo una Gruetta o Capretta per tirarlo fuori.

2 Con un cutter tagliamo il silicone che tiene legati i vetri della fiat 500 e usiamo le ventose per tirarli via. A questo punto asportiamo le portiere e smontiamo tutti gli interni. Li rinnoviamo in caso di danni o anche semplicemente per renderli più moderni. Per cucire le fodere dei sedili rivolgetevi ad un tappezziere. Se vogliamo farlo noi, dobbiamo trovare una bella stoffa o pelle sintetica e fissarla con l'apposita cucitrice.

Continua la lettura

3 Adesso è arrivato il momento di spostarci all'aperto.  Indossiamo delle mascherine per evitare di inalare le polveri metalliche che potrebbero causare danni ai nostri polmoni! Stacchiamo dalla carrozzeria tutte le rifiniture in plastica.  Approfondimento Come restaurare una moto d'epoca (clicca qui) Con la carta vetrata grattiamo tutta la vernice finché non vediamo lo strato argentato di metallo.  Eliminiamo accuratamente la ruggine sempre con la carta abrasiva e cerchiamo di rendere uniforme la base per la copertura successiva.  Questo procedimento si effettua con il saldatore o in alternativa con l'apposito stucco per carrozzerie.

4 Puliamo con acqua ragia e con del nastro adesivo copriamo le parti che non vanno verniciate. Spruzziamo con un compressore la vernice base per automobili che ci aiuta a fare aderire al meglio lo strato successivo, poi protegge delle corrosioni e dalla ruggine. Dopo che si sarà asciugata, applichiamo la vernice scelta. Possiamo dare una mano o due, l'importante è attendere sempre che si asciughi completamente prima della mano successiva. Per finire di restaurare la nostra fiat 500 resta solo da levigare le imperfezioni. Usiamo una carta abrasiva a grana fine senza premere troppo o roviniamo il risultato appena ottenuto. Lucidiamo e spolveriamo con un panno e diamo l'ultimo strato di lucidante. Infine rimontiamo tutti i pezzi nelle posizioni iniziali e la Fiat 500 d'epoca assumerà il nuovo aspetto moderno e personalizzato.

Come scegliere e acquistare un'auto d'epoca Affascinanti e rustiche, le auto d'epoca non passano mai di ... continua » Come valutare un'auto d'epoca Fuor di dubbio le auto d'epoca esercitano un fascino irresistibile ... continua » Come restaurare una Fiat 127 Sono iniziati gli anni settanta, il divario con il decennio precedente ... continua » Come sostituire la frizione alla Fiat 500 La Cinquecento è una delle vetture che ha davvero segnato la ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Le migliori auto Fiat

La Fiat è la marca di punta nel mercato italiano per le utilitarie. La firma della casa torinese per la qualità delle sue automobili è ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.