Come riavviare un’auto in panne

di Valerio Fioretti tramite: O2O difficoltà: facile

Guidare la propria macchina è sempre un piacere, ma alle volte pero' possono capitare dei piccoli incidenti, non gravi, ma piuttosto fastidiosi, che ci impediscono di goderci il viaggio in maniera ottimale. Come per esempio ritrovarsi con la macchina in panne. A chi non è successo di aver parcheggiato l'auto una sera, e successivamente la mattina la vostra auto non riparta più? Magari lasciandovi a piedi alla partenza e dandovi problemi anche successivamente. Questa sgradevole sorpresa andrà risolta in qualche modo se volete utilizzare il vostro mezzo. Proveremo, quindi a capire il problema accusato dell'auto, ormai in panne. Successivamente dirvi come risolvere il problema facendo riavviare anche il veicolo, ed infine farlo ripartire. Attraverso pochi e semplici passaggi vi daremo utili suggerimenti per risolvere il problema in maniera veloce.

Assicurati di avere a portata di mano: Cavi Batteria Automobile funzionante

1 Accendere i fari Come primo punto dobbiamo cercare di accendere i fari dell'auto. Cioè se questi si possono accendere anche senza che si giri la chiave. Nel caso i fari siano molto deboli o addirittura non si riescono ad accendere, allora potrebbe essere la batteria. Se al contrario i fari si accendono regolarmente, dovremo effettuare altre verifiche. Come seconda alternativa proviamo a vedere il motorino d'avviamento. Se questo romba e ci sembra essere molto forte, allora il problema non sta in nessuno dei 2. Dobbiamo verificare la parte meccanica dell'auto. Se invece il motorino d'avviamento non dà segni di vita, sicuramente sarà un problema di batteria. Altre prove che vi possono aiutare ad essere certi che sia la batteria il problema sono la prova dell'autoradio o le luci della retro o luci antinebbia.

2 Utilizzare i cavi per la batteria Ora vi illustrerò alcune mosse abbastanza comode per far ripartire la vostra auto in caso che la batteria sia scarica. Per prima cosa dovrete cercare di aprire il cofano e trovare il vano della batteria. Una volta localizzato dovrete capire quali sono i poli della batteria, quello positivo con il segno più e quello negativo con il segno meno. Solitamente il cavo positivo viene contraddistinto perché collegato con un cavo rosso grosso. Dopo aver capito ed aperto i poli, è necessario avvicinarsi all'automobile con un'altra auto funzionante, con la batteria ancora attiva. Una volta avvicinate le due auto è necessario l'utilizzo dei cavi, che sono in dotazione in molte auto. In ogni caso anche se non sono in dotazione vanno acquistati per risolvere problemi come questi.

Continua la lettura

3 Attaccare i cavi La fase finale sta nell'attaccare i cavi da una batteria all'altra, stando attenti ad attaccarli nel polo corretto, quello positivo.  Facendo quindi ricaricare la batteria scarica.  Approfondimento Come accendere l'auto con i cavi (clicca qui) È necessario che tutti i dispositivi elettronici dell'auto ferma non siano in funzione, per evitare inutili sprechi di energia.  Presto l'auto riuscirà a ripartire e potrete trasportarla dall'elettrauto.
Esistono diversi metodi per poter far ripartire la propria auto, bastera' trovare quello giusto ed essere in possesso dei mezzi necessari a compiere certe operazioni.  I consigli di questa guida poi saranno un valido supporto in caso di bisogno.  Vi auguro quindi buona fortuna.
A presto.

Non dimenticare mai: Usate con attenzione i cavi Andate direttamente dall'elettrauto

Come Far Ripartire L'Auto Con Batteria Scarica Sarà capitato sicuramente anche a te di salire in macchina e ... continua » Come accendere l'auto con i cavi Avviare l’automobile con i cavi di emergenza è l’unica ... continua » Come fare partire la nostra auto se la batteria è scarica La batteria è uno degli elementi dell'auto a cui prestare ... continua » Come ricaricare la batteria di uno scooter Una delle cause più comuni per cui gli accumulatori tendono a ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.