Come richiedere il dissequestro del proprio veicolo

di Edvige Sanna tramite: O2O difficoltà: media

Nel caso in cui avvenga il sequestro del proprio veicolo è sempre difficile sapere come muoversi e a chi rivolgersi. Ci si trova, infatti, in una situazione piuttosto spiacevole, che confonde e, di certo, non favorisce l'agire con lucidità e azione. A tale proposito, nei passi successivi di questa piccola guida, cercheremo di darvi quelli che sono i principali strumenti adatti per poter affrontare questa situazione con calma e serenità, ottenendo, attraverso un iter lineare, l'obbiettivo prefissato in partenza, ovvero il dissequestro del veicolo. Innanzitutto è bene sapere che il sequestro del mezzo è previsto principalmente in due casi, cioè nel caso di mancanza di una copertura assicurativa, oppure quando si verifica il mancato rilascio della carta di circolazione o, infine, qualora ricorrano entrambi i casi. Per richiedere il dissequestro bisogna seguire un iter ben preciso, che troverete qui di seguito.

Assicurati di avere a portata di mano: sequestro del veicolo pagare la sanzione registrata sul verbale pagare il premio assicurativo

1 Se la causa del sequestro dovesse essere dovuta alla mancanza di una copertura assicurativa o della carta di circolazione, per richiedere il dissequestro potrete presentare un apposito ricorso presso il Prefetto della Repubblica entro 60 giorni dalla contestazione. Questa procedura potrete eseguirla sia che siate i proprietari sia che siate i conducenti del veicolo in questione. Qualora il ricorso venga rigettato, entro 30 giorni sarà possibile presentare il ricorso al Giudice di Pace.

2 Prima di procedere con la richiesta del dissequestro del veicolo, è necessario provvedere a pagare la sanzione amministrativa registrata sul verbale di contestazione e, inoltre, sarà necessario anche pagare il premio assicurativo che abbia come periodo di copertura almeno 6 mesi. L'istanza di dissequestro deve essere presentata in carta libera e, a questa, bisognerà allegare anche le ricevute di pagamento sia della sanzione che del premio assicurativo.

Continua la lettura

3 Qualora si volesse richiedere la rateizzazione della sanzione registrata sul verbale di contestazione, occorrerà fare un'apposita richiesta alla Prefettura della Repubblica, attraverso il modello A, che può essere anche scaricato comodamente da internet.  A questa bisognerà accompagnare anche un'autocertificazione dello stato reddituale o economico, redatta seguendo l'apposito modello.  Approfondimento Come Ottenere Il Libretto Di Circolazione (clicca qui) È importante ricordare, inoltre, che anche per questa operazione il limite di tempo per agire è 60 giorni.  L'iter è sicuramente abbastanza complesso e lungo, ma seguendo attentamente le procedure prestabilite, in più o meno tempo, si otterrà il dissequestro del mezzo.  Solitamente, il rapportarsi a situazioni di questo tipo causa sempre stress e una notevole confusione, per questo motivo è importante quindi essere bene informati sul da farsi e seguire scrupolosamente tutte le procedure, in maniera tale da non allungare i tempi in maniera spropositata.

Non dimenticare mai: fai riferimento al nuovo Codice della Strada Alcuni link che potrebbero esserti utili: Sequestro dell'autoveicolo privo di copertura assicurativa

Come risparmiare con l'assicurazione degli autocarri Oltre ad assicurare le autovetture, la maggior parte delle compagnie di ... continua » Come richiedere foto dell'autovelox Le multe per eccesso di velocità possono rivelarsi una sorpresa. Aprite ... continua » Come esporre il tagliando di assicurazione Un veicolo coperto da una polizza assicurativa, sia esso un'auto ... continua » Come demolire un veicolo al Pra Se si vuole demolire un veicolo bisogna consegnarlo ad un centro ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come preparare il veicolo ai viaggi

Viaggiare in auto rappresenta, sicuramente, il modo migliore per godere della propria libertà e per svagarsi. Prima di affrontare lunghi percorsi è necessario assicurarsi che ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.