Come ricostruire la dinamica di un incidente stradale

di Susanna Gottardo tramite: O2O difficoltà: media

In questa guida vi parlerò di come ricostruire la dinamica di un incidente stradale. Oramai sulle nostre strade si verificano ogni giorno sempre più incidenti dovuti a molte cause, come lo stato di ebbrezza o la semplice distrazione. Questo può causare seri danni ai vari conducenti e a tutti coloro che sono presenti a bordo del veicolo o nelle vicinanze del luogo del sinistro. Per ricostruire la dinamica di un incidente stradale molte volte si fa ricorso ai carabinieri o ai vigili urbani. Talvolta, però, si può fare tutto questo autonomamente. Mettersi in macchina non è solo guidare, ma anche studiare e capire come e quando passare ad un incrocio o a un semaforo, oppure a chi dare la precedenza. È molto importante, inoltre, mantenere costantemente una guida calma e sicura, soprattutto quando ci si trova di fronte alle infrazioni del codice della strada o alle prepotenze altrui. Non sempre, comunque, è necessaria la presenza di polizia urbana o carabinieri che vadano a verificare dati come lunghezza della frenata sull'asfalto, posizione delle auto coinvolte nell'incidente, stato dei conducenti, ecc. Ci sono, dunque, diversi sistemi per ricostruire la dinamica di un incidente stradale. Vediamone ora alcuni.

Assicurati di avere a portata di mano: Prudenza

1 Premessa Partiamo dal presupposto che la guida richiede sempre massima attenzione e concentrazione. La nostra vigilanza non deve mai venire meno, soprattutto per prevedere e prevenire i comportamenti di chi ci precede o chi ci viene incontro. È sempre buona regola adeguare la velocità alle condizioni climatiche e dell'asfalto, nonché mantenere sempre i freni efficienti. Nonostante ciò, l'inconveniente può comunque capitare. A quel punto è necessario attivarsi per ricostruire la dinamica dell'incidente stradale, sia per attribuire la giusta percentuale di responsabilità ai guidatori dei veicoli coinvolti, sia per finalità assicurative, ma anche per eventuali risvolti penali che ci possano essere.

2 Constatazione amichevole Nel caso di incidenti di lieve entità, con pochi veicoli coinvolti e senza feriti gravi, il metodo più immediato per ricostruire la dinamica dell'incidente stradale è la cosiddetta constatazione amichevole. I conducenti dei veicoli provvederanno, qualora possibile, a spostare i mezzi in posizione di sicurezza a lato della carreggiata, esponendo nel contempo gli appositi segnali. Se le condizioni lo permettono potranno scattare delle fotografie dei luoghi e dei veicoli al momento del sinistro. Successivamente, compilando appositi moduli che ognuno dovrebbe premurarsi di tenere in auto, si potrà ricostruire l'esatta dinamica dello scontro. Questa modalità consente di accelerare i tempi di risoluzione delle pratiche da parte delle assicurazioni e di sveltire i risarcimenti, diminuendo i contenziosi. Purtroppo questa modalità non è sempre praticabile per la frequente resistenza di molti ad ammettere la propria responsabilità nell'aver provocato il sinistro. È anche possibile un accordo privato tra le parti per la rifusione del danno provocato senza chiamare in causa le rispettive assicurazioni. In questo caso premuratevi, però, di mettere comunque la dinamica dell'incidente per iscritto, onde evitare ripensamenti tardivi del responsabile.

Continua la lettura

3 Ricorso alle forze di polizia Con discreta frequenza, purtroppo, si verificano incidenti di estrema gravità e complessità.  Quando il sinistro si verifica in autostrada, per esempio, i veicoli coinvolti possono essere numerosi e ci si può trovare in presenza di vittime o feriti, spesso gravi.  Approfondimento Come compilare una constatazione amichevole dopo sinistro (clicca qui) In questi casi ricostruire la dinamica dell'incidente stradale è particolarmente complesso, oltreché fondamentale.  Per chiarire questo tipo di dinamiche sono necessari accertamenti anche molto lunghi ed estremamente difficili.  Per questo motivo, in questi casi, si ricorre alle forze di polizia.  Queste, oltre alla loro preparazione specifica per questo tipo di rilievi, possono avvalersi di professionisti competenti in grado di compiere un lavoro il più possibile dettagliato.  Nonostante ciò può talvolta risultare pressoché impossibile risalire alla esatta dinamica del sinistro.  Per questo motivo sarebbe opportuno avvalersi anche di mezzi tecnologici propri.

4 Apparecchi satellitari Per una più precisa ricostruzione della dinamica di un eventuale incidente stradale, soprattutto nei casi più complessi, è di notevole aiuto la presenza nei veicoli di un geolocalizzatore satellitare. Questi strumenti sono dotati di localizzatore GPS che trasmette la telemetria del veicolo in tempo reale. Questa viene registrata e archiviata in database dalla centrale. La lettura dei dati dell'apparecchio può aiutare notevolmente a ricostruire la dinamica di qualsiasi incidente stradale, in caso di dubbio. Questi localizzatori satellitari fanno già parte della dotazione di varie tipologie di veicoli. Se la vostra auto ne è sprovvista, potete montarne uno con una spesa di circa 150 euro. In alternativa, diverse assicurazioni lo montano gratuitamente ai loro clienti che, in questo modo, ottengono anche sconti sulla polizza RCA.

Non dimenticare mai: In caso di incidente mantenete il più possibile la calma e preoccupatevi innanzitutto del soccorso tempestivo di eventuali feriti

Come disegnare online come è avvenuto un incidente stradale Se vi capita di fare un incidente stradale, dovete tenere bene ... continua » Come compilare la constatazione amichevole di un incidente Guidare la macchina è sempre molto piacevole, godersi il viaggio all ... continua » Come e cosa fare in caso di incidente stradale Gli incidenti stradali sono purtroppo molto diffusi, sia in città che ... continua » Cosa fare in caso di incidente in autostrada Chi viaggia molto lo sa, guidare in autostrada a volte può ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come comportarsi in una rotonda

In questi ultimi anni la rotonda, detta anche rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate. Tuttavia è necessario precisare che ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.