Come sbrinare il parabrezza dell'auto

di Luca Filloramo tramite: O2O difficoltà: facile

In pieno inverno, sicuramente anche a voi sarà capitato di scendere di casa al mattino, di dirigervi verso la vostra vettura e di trovare la sorpresa: il parabrezza completamente congelato. Un brutto inconveniente, soprattutto se non sapete come rimuovere la brina per potervi finalmente avviare in ufficio con l'auto. Se i rigori invernali vi torturano e ogni mattina vi obbligano a perdere tempo prezioso, provate ad utilizzare i consigli che la guida vi offre circa i metodi migliori per sbrinare il parabrezza dell'auto.

Assicurati di avere a portata di mano: A vostra scelta acqua, aceto, alcol o mezza cipolla

1 In genere la brina sull'auto si forma di notte e durante le prime ore del mattino, a causa delle temperature che si abbassano bruscamente e dei livelli di umidità che raggiungono i picchi giornalieri. Certo è, che se la vostra auto è posteggiata all'aperto e senza alcuna copertura, il fenomeno sarà sensibilmente più intenso e lo spessore del ghiaccio sul vetro andrà rimosso con cautela, senza arrecare danni all'auto. Ad ogni modo, l'ideale sarebbe prevenire la formazione della brina stendendo sul parabrezza un telo apposito o del cartone.

2 Tuttavia, se non siete stati previdenti o non avete avuto modo di proteggere la vostra auto, non vi resta che munirvi di un liquido antighiaccio autoprodotto che andrete a versare sulle zone in cui la ghiaccio avrà fatto la sua comparsa. Vuotate un contenitore con erogatore a spruzzo e riempitelo con tre parti di aceto ed una di acqua tiepida. Questo è un metodo di prevenzione il cui unico effetto collaterale sarà rappresentato dall'odore sgradevole dell'aceto. La sera non dovrete fare altro che spruzzare un po' di questa miscela sui vetri e ripassare con un panno morbido stendendo in maniera uniforme l'aceto sulle superfici. Se il gelo riuscirà ad attecchire non disperate: la patina si mostrerà talmente leggera da sciogliersi non appena metterete in moto l'automobile.

Continua la lettura

3 Se l'inconveniente dovesse essere già avvenuto ed avete i minuti contati, mescolate una parte d'acqua con due parti di alcol.  Spruzzate sui vetri congelati ed attendete un minuto prima di procedere a raschiare via il ghiaccio con l'aiuto di una spatola di plastica.  Approfondimento Come sbrinare velocemente un parabrezza (clicca qui) L'alcol agisce istantaneamente sciogliendo la brina, anche se questa dovesse presentarsi sotto forma di strati molto spessi.  Tuttavia se avete paura di rovinare la vettura causa l'utilizzo di agenti troppo aggressivi, potreste scegliere di affidarvi a madre natura.  A tal proposito potrebbe essere utile sapere che la cipolla è un ottimo antigelo.  Tagliatene una in due parti e passatela sui finestrini: il ghiaccio sarà soltanto un ricordo!. 

Non dimenticare mai: Mai ricorrere al sale. In caso il vetro fosse scheggiato il sale ne corroderebbe la parte interna rendendolo più fragile

Come sbrinare i finestrini dell'auto Quando utilizzate l'automobile, specialmente durante la stagione invernale, succede spesso ... continua » Come sbrinare il parabrezza dell’automobile in modo naturale Ogni anno, all'arrivo dell'inverno e di conseguenza all'abbassarsi ... continua » Come sbrinare la macchina Se come molti italiani non avete un posto coperto per la ... continua » Come non far ghiacciare i vetri auto Un inconveniente abbastanza diffuso, specialmente nei freddi mesi invernali, è il ... continua »

Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come proteggere l'auto dall'inverno

Quando arriva l'inverno si presentano le classiche problematiche legate alla propria auto. Infatti, questi inconvenienti possono riguardare molti componenti della vettura. Come per esempio ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.