Come scegliere stivali da moto

di Annalisa Spasiano tramite: O2O difficoltà: media

La guida di autoveicoli e motoveicoli, impone l'osservazione di regole e l'utilizzo di attrezzature omologate. Ancor più per quel che concerne il motociclista. La guida di moto e motocicli impone l'uso di indumenti consoni, caschi omologati ed altre attrezzature di uso comune, come i giubbotti da moto e gli stivali, specie per quel che concerni i motociclisti e tutti coloro che amano fare lunghi viaggi in moto e partecipare a competizioni sportive di tipo amatoriale o professionale. Gli stivali hanno l'importante funzione di proteggere il piede e la caviglia. Vediamo allora come scegliere gli stivali da moto.

Assicurati di avere a portata di mano: Stivali da moto omologati Requisiti EN 13634 livello 1 e 2

1 Il piede e la caviglia nonché la parte superiore di essa, sono soggetti ad un' alta percentuale di infortuni dovuti a cadute dalla moto ed incidenti di varia tipologia, anche di tipo banale. La percentuale di lesioni riportati ai piedi in incidenti avvenuti alla guida di motocicli, è nell'ordine del 16%. Questa percentuale sale enormemente sfiorando ben il 23 % nei casi di lesioni riportate alle caviglie. La protezione giusta, ovvero quella in grado di ridurre sensibilmente queste percentuali di rischio, viene offerta dall'adozione di apposite calzature rinforzate, che dovranno corrispondere a determinati requisiti di cui sono dotati gli stivali omologati.

2 La resistenza dello stivale sia all'urto che all'abrasione, è uno dei requisiti di base necessario alla salvaguardia del piede e della caviglia. La resistenza all'abrasione serve per far si che lo stivale protegga il piede anche in situazioni estreme ed in cadute in scivolata. Allo stesso tempo le dita dei piedi devono risultare protette dal materiale e con esse la caviglia e la tibia del piede. Ciò non significa che uno stivale da moto debba essere scomodo: anzi! La sua comodità deve essere garantita insieme alla resistenza all'urto e all'abrasione.

Continua la lettura

3 Tra i modelli di qualità ricordiamo quelli della Spidi e della Scot, adottati da chi pratica motociclismo competitivo o cross.  Questi stivali sono omologati al livello 2, perfetti per chi effettua competizioni sottoponendo piedi e caviglie a stress ed urti.  Approfondimento Guida all'acquisto di una tuta per Moto (clicca qui) Per chi invece guida un motociclo od una moto in città o per semplici viaggi di piacere potranno essere adottati anche degli stivali meno pretenziosi, omologati a livello 1 e rispondenti comunque ai requisiti di legge imposti.  In questi modelli il livello di abrasione scende a 5 secondi, contro i 12 per cui sono garantiti gli stivali a livello 2.

5 regole per guidare una moto da trial in sicurezza Una moto da trial rispetto ad una moto normale è molto ... continua » L'abbigliamento migliore per la moto La domanda può sicuramente sembrare, a prima vista, ovvia e perfino ... continua » Le migliori moto freestyle Guidare una moto è un'emozione indescrivibile. Essere in sella alla ... continua » Come guidare un quad con la frizione Il Quad è un mezzo che ultimamente sta andando molto di ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come scegliere una moto usata

Le moto sono mezzi che hanno da sempre affascinato milioni di persone, fin dalla loro creazione, e ancora oggi molti desiderano possederne una. Il problema ... continua »

Come guidare una minimoto

Una minimoto, come induce a pensare la parola stessa, è un modello in scala ridotta di una motocicletta. Si diversifica da essa, oltre che per ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.