Come sostituire e regolare la catena della moto

di Mara Mencarelli tramite: O2O difficoltà: facile

Moto ed auto necessitano di una manutenzione ordinaria. Per quanto concerne le moto è necessario controllare la tensione della catena. Se quest'ultima è troppo lenta vuol dire che è arrivato il momento di sostituirla. Una catena usurata diventa pericolosa in quanto potrebbe spezzarsi con il conseguente danneggiamento del carter motore. Nello specifico, ci riferiamo alle moto fuoristrada. La procedura di sostituzione non è particolarmente complicata, non richiederà troppo tempo, e potra essere effettuata senza necessitare dell'ausilio di un meccanico, consentendo di risparmiare anche un bel po' di soldi. Vediamo insieme come sostituire e regolare la catena della moto.

Assicurati di avere a portata di mano: Serie di chiavi Catena nuova Pinza a becco stretto

1 Munisciti di tutti gli attrezzi e di un paio di guanti. Poi posiziona la moto su di una cassetta di plastica ben robusta, in alternativa andrà bene anche di legno. Il rialzo ti servirà per far si che la ruota posteriore rimanga rialzata da terra. Mettila quindi in folle. Procurati delle pinze a becco stretto e, attraverso quest'ultime, togli il fermo della falsa maglia e togli anche quest'ultima. Successivamente, tira la catena da un lato, facendola scorrere dolcemente lungo il pignone. Fatto ciò prendi la catena nuova e, appoggiane un lato sul pignone. Delicatamente, facendola scorrere, portala sulla corona. Metti anche l'altro lato della catena sulla corona medesima.

2 Giunto a questo punto dell'operazione puoi tranquillamente fermare la catena della moto andando a inserire la falsa maglia. Bloccala con il fermo. Tieni presente che il fermo possiede una parte chiusa che dovrà essere rivolta nel senso di rotazione della catena. La catena con l'uso si consuma e di conseguenza si allunga. In passato avrai magari spostato la ruota un po' indietro, per poter fare in modo di regolare la tensione della catena. Ora dovrai spostare la ruota in avanti per ottimizzare la tensione.

Continua la lettura

3 Continua allentando il dado dell'asse della ruota.  All'estremità della forcella (forcellone) si trovano dei perni che servono a regolare la tensione della catena della moto.  Approfondimento Come sostituire il pignone della moto (clicca qui) Allenta i dadi e stringi i perni.  Dovrai misurare la tensione della catena in un punto a metà tra pignone e corona.  Solleva la catena e, partendo dal lato superiore del forcellone, misura la distanza: dovrebbe essere di circa sei o sette centimetri.  Stringi i dadi dei regolatori e quello dell'asse della ruota.  Così facendo, sarai riuscito a sostituire e a regolare la catena della tua moto.  Da adesso potrai tornare ad usarla senza correre alcun rischio.

Non dimenticare mai: Controlla periodicamente la tensione della catena della moto.

Come cambiare catena, corona e pignone La sostituzione della catena, della corona e del pignone, generalmente comporta ... continua » Manutenzione: come riparare catena, corona e pignone Capita, utilizzando il motociclo di incorrere in guasti o rotture dello ... continua » Come regolare la catena di trasmissione della moto Viaggiare in moto, sentire la brezza dell'oceano che accarezza il ... continua » Come capire quando è ora di sostituire catena, corona e pignone alla propria moto Non sempre è facile capire quando sostituire i pezzi delle propria ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.