Come sostituire gli ammortizzatori Alfa 147

di Irene Romeo tramite: O2O difficoltà: media

Di solito su un'autovettura, dopo circa centomila chilometri, si verificano fastidiosi sbalzi e scossoni sempre più frequenti. Il problema potrebbe ricondursi agli ammortizzatori. Questi non rendendo più, necessitano di una sostituzione. La procedura non è particolarmente complessa. Pertanto, puoi eseguirla senza il supporto di un meccanico specializzato. Per risparmiare sulla manutenzione, ecco come sostituire gli ammortizzatori dell'Alfa 147.

Assicurati di avere a portata di mano: Un cric Ammortizzatori nuovi Una chiave a croce Un eventuale supporto a tre piedi

1 L'acquisto dei ricambi Per sostituire gli ammortizzatori della tua Alfa 147, procurati i nuovi ricambi. Recati con il libretto di circolazione presso un negozio di accessori per auto. In alternativa, per risparmiare qualche euro, acquista gli ammortizzatori direttamente su internet. Opta preferibilmente per pezzi originali, oppure compatibili al modello della tua vettura o per i rigenerati. Per sostituire gli ammortizzatori in sicurezza, posteggia la tua Alfa 147 in un luogo pianeggiante. Munisciti di un cric e di una chiave a croce. Posiziona il primo al centro dell'automobile e sollevala da terra. In questo modo, potrai sfilare le ruote con estrema facilità.

2 La rimozione delle ruote Per procedere con il cambio degli ammortizzatori, smonta le ruote con una chiave a croce. Quindi inserisci sotto il mozzo un martinetto. Ti servirà come sostegno. Per sostituire con successo gli ammortizzatori, dovrai lavorare sulle due ruote anteriori quasi contemporaneamente. Inoltre, per non incorrere in fastidiosi intoppi, posiziona ciascun componente in un ordine preciso. Un normale ricambio montato nel puntone comprende ammortizzatore, silent block e le molle. In pratica, l'ammortizzatore viene tenuto ben saldo al telaio dell'Alfa 147 nella parte superiore da tre viti. La parte inferiore invece viene fissata attraverso due viti al fusello della ruota.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 La sostituzione degli ammortizzatori Pertanto per sostituire gli ammortizzatori, svita tutte e cinque le viti.  Rimuovi il pezzo dalla propria sede e sostituiscilo con quello nuovo.  Approfondimento Come sostituire gli ammortizzatori della Alfa 156 (clicca qui) Attenzione a non togliere un puntone alla volta.  Sarebbe un grosso errore.  Una volta conclusa la sostituzione degli ammortizzatori sulla tua Alfa 147, scendi l'auto dal cric.  Rimuovi eventuali sostegni e metti in moto per una prova.  Verifica il corretto funzionamento dei nuovi ammortizzatori.  Qualora dovessi riscontrare qualche anomalia, controlla nuovamente il montaggio.  Quindi, accertati che l'impianto idraulico non abbia alcun danno.  Fai lo stesso anche con lo stelo dello stantuffo dell'ammortizzatore.

Non dimenticare mai: Utilizza un cavalletto a tre piedi da posizionare in un punto diverso dal cric per avere maggiore sicurezza Per eventuali difficoltà, controlla il libretto di manutenzione dell'auto. In alternativa, rivolgiti ad un meccanico specializzato Alcuni link che potrebbero esserti utili: Sostituzione ammortizzatori auto

Come sostituire gli ammortizzatori alla Opel Meriva Gli ammortizzatori sono un componente fondamentale per far sì che un ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Renault Twingo Nella guida che state per apprestarvi a leggere la tematica centrale ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Renault Twingo Gli ammortizzatori, su un'auto come la Renault Twingo, sono elementi ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Megane Gli ammortizzatori dei veicoli, smorzano o frenano le vibrazioni che le ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.