Come sostituire le candele della Smart Forfour

di Alessandro Spasiano tramite: O2O difficoltà: media

La Smart Forfour è un'automobile prodotta dalla casa automobilistica Smart, appartenente al gruppo Daimler AG, titolare anche del marchio Mercedes-Benz. È ormai giunta alla seconda edizione dopo un lungo stop della produzione. È noto che la casa automobilistica tedesca produce automobili compatte, ma in questo caso parliamo della berlina compatta a due volumi, non della più nota Fortwo, appartenente invece al segmento A. Se avete acquistato una Forfour a benzina, allora il vostro piano di manutenzione prevede, la sostituzione delle candele intorno ai 100000 chilometri. Nella seguente guida vediamo proprio come sostituire le candele della Smart Forfour.

Assicurati di avere a portata di mano: Tre candele nuove; Un set di chiavi; La specifica chiave per smontare le candele; Un panno pulito.

1 Acquisto delle nuove candele Dotatevi preventivamente dei ricambi necessari, ovvero di tre candele nuove della stessa ed identica tipologia delle originali. Potrete trovarle facilmente da qualsiasi rivenditore di autoricambi. Per essere certi di non sbagliare ed acquistare il corretto ricambio, portate con voi e consegnate al negoziante il libretto del veicolo. Ritornati nel vostro garage iniziate con l'aprire il cofano motore, tirando l'apposita levetta nell'abitacolo.

2 Rimozione delle vecchie candele Si procede allora con la rimozione del coperchio in plastica del motore: smontate il tappo dell'olio motore ed la plastica può essere rimossa esercitando una piccola pressione nei punti di appoggio al motore. Non è dotata di viti ma di incastri. A questo punto troverete dinanzi a voi i tre cappucci di fissaggio, che collegano la testa della candela con un apposito cavo che conduce la necessaria corrente di alimentazione. Questi cappucci sono fissati con tre bulloni. Una volta svitati, sarà possibile sollevare ciascun cappuccio applicando una leggera tensione di trazione.

Continua la lettura

3 Montaggio delle nuove candele Così facendo, troverete dinanzi a voi le candele, avvitate direttamente nella testata.  Sopra di esse, si cala la specifica chiave per smontarle.  Approfondimento Come sostituire le candele nella Fiat Panda (clicca qui) Una volta posta in posizione, basterà svitarla per rimuoverla dalla testata.  A questo punto, con un panno pulite il foro di alloggiamento della candela e ponete in posizione i ricambi nuovi.  Avvitate con la stessa chiave, avendo cura di applicare la giusta coppia di serraggio senza stringerle troppo.  Il resto delle operazioni va condotto nella stessa maniera.  Una volta quindi montato il cappuccio, reinserite la cover del motore e riposizionate il tappo dell'olio motore.  Infine, provate ad accendere il veicolo: se avete eseguito correttamente tutte le operazioni, si metterà in moto immediatamente.

Non dimenticare mai: Dotatevi preventivamente dei ricambi necessari, ovvero di tre candele nuove della stessa ed identica tipologia delle originali. Potrete trovarle facilmente da qualsiasi rivenditore di autoricambi. Per essere certi di non sbagliare ed acquistare il corretto ricambio, portate con voi e consegnate al negoziante il libretto del veicolo.

Sostituzione candele per impianti GPL Scegliere un'automobile con un impianto GPL è una soluzione valida ... continua » Manutenzione della Vespa: come cambiare la candela La maggior parte degli italiani hanno un motociclo all'interno del ... continua » Come cambiare le candele della Fiat Punto Evo Le candele sono un componente fondamentale del motore, si trovano sulla ... continua » Come sostituire le candele nella Fiat Punto Le candele hanno la funzione di avviare la combustione del carburante ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.