Come verificare se gli ammortizzatori sono scarichi

di Agnese A. tramite: O2O difficoltà: facile

Per mantenere in salute la propria auto e viaggiare in sicurezza è indispensabile compiere dei controlli regolari, non solo se si decide di andare in vacanza ma anche per i tragitti quotidiani casa-ufficio. Verificare lo stato degli ammortizzatori, rientra proprio in alcuni tra questi controlli fondamentali. Gli ammortizzatori, infatti, svolgono il compito di assorbire le oscillazioni verticali del veicolo e, quando sono in buono stato, riducono l'effetto sgradevole che si prova quando si percorre un terreno accidentato. Pertanto, garantiscono sia una migliore stabilità dell’autovettura che un maggiore comfort all’interno dell’abitacolo. Quando gli ammortizzatori sono scarichi, non tarderai ad accorgertene perché noterai che la tua macchina inizierà a manifestare dei segnali tipici. In questa breve guida, t’indicheremo come verificare se gli ammortizzatori sono scarichi.

1 Gli ammortizzatori sono formati da un cilindro pieno d’olio, all’interno del quale scorre un pistone. Questo è collegato a uno stelo che a sua volta è vincolato alla scocca della vettura, mentre il cilindro è fissato al braccio della sospensione. Quando la macchina è in movimento, il pistone scorre dentro il cilindro grazie alla spinta dello stelo. Ovviamente, in questo processo, il pistone incontra la resistenza dell’olio contenuto nel cilindro che si oppone al movimento della sospensione e frena, quindi, le oscillazioni della molla.

2 Quando un ammortizzatore è scarico, si ha una perdita di aderenza sulla strada. Ciò comporta naturalmente dei rischi da non sottovalutare perché possono avvenire degli sbandamenti in frenata. Mancando la stabilità nelle curve, è sufficiente un innocuo ostacolo (ghiaia, piccola fenditura nel terreno, etc.) per andare incontro a seri problemi e non solo per la vettura.

Continua la lettura

3 Se hai dei dubbi e non sai se gli ammortizzatori della tua macchina siano realmente scarichi, la soluzione migliore resta quella di recarti presso un centro di revisione.  Qui, attraverso lo "shock tester", l'auto viene posizionata sul classico banco prova e sottoposta a delle oscillazioni.  Approfondimento Come sostituire gli ammortizzatori a una Toyota Yaris (clicca qui) In base alla loro frequenza e al tipo d'intensità, il personale addetto stabilirà le condizioni degli ammortizzatori che sono giudicate attraverso dei parametri specifici.  La percentuale di efficienza, infatti, deve essere compresa tra il 60% e l'80%.  Se i valori scendono sotto al 50%, allora gli ammortizzatori vanno cambiati in parte o totalmente.  Quando la percentuale è inferiore al 30%, invece, sarà necessaria una riparazione urgente.

4 Ricordati sempre che, qualora tu decida di sostituirli, gli ammortizzatori vanno sempre cambiati in coppia (anteriori o posteriori) così da assicurare alla vettura una maggiore stabilità. Se non sei un esperto di meccanica, ad ogni modo, è sempre meglio affidarsi a persone esperte e che siano in grado i cambiarli a regola d’arte.

Come regolare un ammortizzatore a gas Gli ammortizzatori sono dei pezzi fondamentali nelle automobili, hanno infatti come ... continua » Come cambiare gli ammortizzatori della Fiat Multipla La Multipla è una vettura prodotta dalla casa automobilistica Fiat. Di ... continua » Come lubrificare gli ammortizzatori Gli ammortizzatori sono dei congegni meccanici aventi il compito di rallentare ... continua » Come si verifica l'efficienza delle sospensioni della propria auto Aderenza al manto stradale, sicurezza in frenata, tenuta dell'assetto in ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.