Come verniciare lo scooter

di Luca Lucarelli tramite: O2O difficoltà: media

Sei stufo di avere il motorino uguale a quello di tutti gli altri? Le plastiche del tuo scooter sono sbiadite o peggio ancora tutte rigate e sfregiate? Oppure vuoi soltanto dare un tocco di classe a un vecchio motorino? In ogni caso, non temere. Riportare le carene come se fossero nuove è semplicissimo: bastano un minimo di manualità e qualche spicciolo per verniciare e ridare così una nuova vita al tuo speciale mezzo di trasporto. Scopriamo come fare passo per passo!

Assicurati di avere a portata di mano: carta abrasiva bagnata primer vernice spray Bomboletta vernice trasparente stucco (opzionale)

1 Innanzitutto bisogna preparare le carene. Smontale e riponi tutte le viti in sacchettini o barattoli, magari contrassegnandoli con una penna cosicché tu possa ricordare la loro giusta collocazione.
Dopo questo lava le carene con uno sgrassatore apposito o, in sua mancanza, con del comune detersivo per piatti.
Inizia poi a carteggiare utilizzando della carta abrasiva bagnata e precisamente la grana più grossa da 200, per poi passare mano a mano a quella più fine da 1000.
La superficie finale dei supporti dovrà risultare sì ruvida, ma senza solchi.

2 A questo punto pulisci nuovamente le carene e falle asciugare per bene.
in un luogo asciutto ma areato inizia a dare il primer; una mano dovrebbe essere abbastanza. Assicurati di stenderlo in maniera uniforme, spruzzando da 30 cm e senza alternare il senso di spruzzo, facendo in modo che sia, ad esempio, sempre verticale. Ricorda di seguire questa stessa modalità anche quando andrai ad utilizzare la vernice
Una volta finito dovrai aspettare almeno 24 prima di verniciare, altrimenti il colore non farà presa.

Continua la lettura

3 Se le carene presentano graffi, puoi ripararle con lo stucco per plastiche che puoi trovare in qualsiasi colorificio. 
Si tratta di due contenitori da miscelare, in cui uno ha una resina e l'altro un catalizzatore.  Approfondimento Come verniciare uno scooter (clicca qui) Naturalmente gli addetti ti spiegheranno come utilizzarlo al meglio ma ricorda che più catalizzatore metterai prima lo stucco diventerà duro, e viceversa. 
Applica una quantità minima di stucco sui solchi servendoti di una spatola e spalmalo bene, in modo che vengano completamente riempiti.  Tieni a mente però che meno ne usi, meno ne togli dopo!
Quando lo stucco sarà asciutto, cioè dopo almeno un'ora, carteggialo fino a che la parte stuccata sia allo stesso livello della carena.

4 Ora puoi dare la vernice, dai almeno due mani, e lascia passare un'ora tra una mano e l'altra. Se non sei riuscito a coprire qualche punto sarà meglio non insistere, o si creeranno delle colature.
Quando sei soddisfatto puoi dare una mano di vernice trasparente per proteggere il tuo motorino, a te la scelta se opaca o lucida.
Dopo questo step, non ti resta che aspettare un giorno o due per rimettere le carene e montare in sella al tuo nuovissimo scooter!

Come verniciare a bomboletta uno scooter Lo scooter è senza dubbio un mezzo di trasporto molto bello ... continua » Modificare le carene dello scooter con vetroresina All'interno di questa breve guida che andremo a sviluppare nei ... continua » Come verniciare le parti in plastica della moto I veicoli generalmente, siano essi automobili o motocicli, necessitano di operazioni ... continua » Come Stuccare Una Carena La carena è una parte meccanica che ha la funzione di ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come verniciare un auto

Piccoli tamponamenti o graffi possono richiedere l'intervento di riverniciatura della nostra macchina. Affidandoci al carrozziere, tuttavia, si incorre in una spesa non indifferente. Aggiungiamo ... continua »

Come lavare uno scooter

Con il traffico che aumenta d'intensità e le spese di gestione elevate che un'automobile comporta, sempre più gente considera l'idea di acquistare ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.