Gpl auto: pro e contro

di D'Ambrosio Luigi tramite: O2O difficoltà: media

Il GPL (Gas di petrolio liquefatto) è una fonte di energia non rinnovabile. Si tratta di una miscela di idrocarburi a basso peso molecolare, che si può trasportare per strada con un'autocisterna, su ferrovia con una ferrocisterna e per vie marine con la gasiera. Il suo componente principale è il propano, un minerale che ottiene per distillazione dal petrolio e dal gas naturale. È composto anche da butano, etano, etilene e butilene. Si ottiene dal processo di raffinazione del petrolio oppure direttamente per estrazione dopo semplici processi di separazione dal gas naturale o dal petrolio, con i quali si trova associato nei giacimenti. Il GPL auto assicura lunga vita al motore, riduce il consumo di olio, migliora la qualità dell'ambiente.

1 Innanzitutto il GPL si chiama così perché è formato da componenti in stato gassoso a temperatura ambiente e a pressione atmosferica. Può essere utilizzato in cucina o per il riscaldamento, si può distribuire attraverso reti canalizzate in cui società fornitrici dello stesso riempiono i serbatoi con autobotti e controllano i consumi con l'applicazione di contatori. È anche l'alternativa più valida alla benzina "classica", con un potere calorifico maggiore del metano a parità di peso e con meno rischi di corrosione. Si può usare anche in ambito industriale (climatizzazione, produzione di energia) o agricolo (sostituisce il gas naturale nei piccoli centri rurali).

2 Si tratta di un idrocarburo più rispettoso dell'ambiente rispetto alla benzina e al diesel. È nettamente più pulito, non emettendo zolfo, piombo o benzene. I gas scaricati nell'aria sono molto meno inquinanti rispetto alle altre due erogazioni (-58% di idrocarburi non combusti emessi). L'impianto a GPL non è pericoloso se installato correttamente e se costituito da prodotti di prima qualità. Non lo è neanche in caso di incidente, grazie a valvole di sicurezza, serbatoi robusti, tubi resistenti alle alte temperature. L'erogazione è molto meno inquinante di benzina e diesel, il motore dell'auto ha un'autonomia maggiore e un minore consumo d'olio.

Continua la lettura

3 Un'auto consuma di più quando viaggia a GPL piuttosto che a benzina.  Questo perché il GPL ha un potere calorifico inferiore (il motore deve bruciare più carburante per potersi muovere).  Approfondimento Auto: le differenze tra il gas CNG e GPL (clicca qui) L'autonomia di una vettura a gas è inferiore circa del 20% rispetto a quella di una a benzina.
Il costo della manutenzione di una macchina a GPL è leggermente superiore a quello di una a benzina: questo perché ogni tanto occorre cambiare il filtro e perché il serbatoio del gas deve essere sostituito per legge dopo 10 anni.  Per il GPL va effettuato un cambio del filtro ogni 20.000 km.  Circa (prezzo tra i 15€ e i 30€) e una verifica del gioco punterie ogni 30.000 km.

Auto Diesel: come funzionano Scegliere l'auto adatta alle proprie esigenze è piuttosto importante, sia ... continua » Benzina, Metano, GPL e Diesel, guida alla scelta Il mercato dei carburanti per autotrazione comprende nuove fonti energetiche. Garantisce ... continua » 10 ragioni per scegliere un'auto a metano Ultimamente nel mondo sta spopolando un nuovo combustibile ecologico, sicuro e ... continua » Come scegliere tra auto diesel e benzina Mantenere un'automobile non è affatto una spesa facile. Manutenzione, assicurazione ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Auto a Metano oppure Diesel?

Siete in procinto di acquistare una nuova autovettura e regna l'indecisione di sceglierla col motore diesel o con quello a metano? Per chiarirvi definitivamente ... continua »

Come scegliere l'auto a metano

L'avvento di automobili alimentate con carburanti differenti rispetto alla classica benzina, è una scelta che molte persone fanno in ragione del fatto che una ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.