Guida alle classi della patente

di Carmen Daniela Lettieri tramite: O2O difficoltà: media

Quando pensiamo alla patente siamo soliti considerare la classe B, ovvero la più comune e più diffusa. Tuttavia le classi della patente sono davvero molte ed in conformità con quanto stabilito a livello europeo ne sono state recentemente introdotte delle altre. Se quindi non si è a conoscenza di tutte le classi esistenti, questa guida fornirà le giuste informazioni.

Assicurati di avere a portata di mano: Conoscenza delle varie classi

1 Classe A Partiamo parlando della categoria A, la quale raggruppa quattro classi. La prima è la AM, conseguibile a 14 anni. Essa consente di guidare ciclomotori a due ruote, veicoli a tre ruote e quadricicli leggeri, basta che tutti e tre rispondano a determinate caratteristiche. La seconda classe è la A1, conseguibile a 16 anni. La A2, attualmente conseguibile a 18 anni, permette di guidare motocicli di potenza non superiore a 35 KW. Infine, ritroviamo la A, conseguibile a 20 anni se si è titolari della patente A2 da almeno due anni, o a 21 anni se viene fatta per guidare i tricicli.

2 Classe B Passiamo poi alla categoria B, la quale prevede tre classi. La prima è la B1, conseguibile a 16 anni, che permette di guidare quadricicli con massa a vuoto inferiore o uguale a 400 Kg. La seconda classe è la B, conseguibile a 18 anni, e permette di guidare autoveicoli la cui massa massima non superi 3500 Kg e le macchine agricole. Infine vi è la BE, conseguibile sempre a 18 anni. Quest’ultima permette di guidare complessi di veicoli composti da una motrice di categoria B e da un rimorchio non superiore a 3500 Kg.

Continua la lettura

3 Classe C E’ ora il momento di parlare della classe C, anch'essa formata da 4 categorie.  Per prima ritroviamo la C1, conseguibile a 18 anni e solamente se già in possesso della patente B.  Approfondimento Guida alle patenti di estensione E (clicca qui) La seconda classe è la C1E, conseguibile a 18 anni e solamente se già in possesso della patente C1.  Essa permette di mettersi alla guida di complessi di veicoli composti da una motrice di classe C1 e da un rimorchio con massa massima non superiore a 750 Kg.  Continuando troviamo la classe C, conseguibile a 21 anni e solo se già in possesso della patente B.  Essa permette di guidare veicoli con massa massima superiore a 3500 Kg.  Ed infine troviamo la CE, conseguibile a 21 anni e solo se già in possesso della patente C.

4 Classe D Passiamo poi alla classe D, sempre composta da 4 categorie. Inizialmente troviamo la D1, conseguibile a 21 anni e solo se già in possesso della patente B. La seconda classe è la D1E, conseguibile a 21 anni, e permette di guidare complessi di veicoli composti da una motrice e da un rimorchio con massa superiore a 750 Kg. La terza classe è la D, conseguibile a 24 anni e solo se già in possesso della patente B. Essa permette di guidare autoveicoli adibiti al trasporto di non più di otto persone, a cui verrà poi agganciato un rimorchio con massa non superiore a 750 Kg. Infine troviamo la DE, conseguibile a 24 anni e solo se già in possesso della patente D.

Guida alle patenti di estensione E La patente di guida consente la conduzione di diversi veicoli a ... continua » Guida ai certificati di abilitazione professionale I Certificati di abilitazione professionale (C. A. P.) vengono oggigiorno rilasciati ... continua » Guida ai certificati di abilitazione professionale I Certificati di abilitazione professionale (C. A. P.) vengono oggigiorno rilasciati ... continua » Le categorie della patente di guida La patente di guida è un'autorizzazione amministrativa per la conduzione ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come conseguire la patente A2

Uno dei momenti tanto attesi dai più giovani è quello del conseguimento di traguardi fondamentali che sotto alcuni punti di vista permettono di spaziare e ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.