La corsia d'emergenza: uso corretto e sanzioni

di Floriana Musilli tramite: O2O difficoltà: media

La definizione esatta di corsia d'emergenza è quella di corsia adiacente alla carreggiata, destinata alle soste d'emergenza, al transito dei veicoli di soccorso e solo eccezionalmente, al transito dei pedoni. Questa corsia deve essere sfruttata solo in determinate situazioni: in caso di avaria di automezzi, in caso di veicoli in difficoltà o di malessere dei passeggeri. Il concetto è quello di lasciare libera la corsia d'emergenza, per facilitare sempre il passaggio dei mezzi di soccorso e di assistenza. Con le recenti introduzioni delle leggi europee, all'interno del nostro codice stradale, sono state introdotte molte normative che riguardano la circolazione stradale. Scopriamole insieme, approfondendo l'argomento dell'uso corretto della corsia d'emergenza e delle sanzioni.

1 La corsia d'emergenza fa parte della strada, ma affianca la carreggiata, quest'ultima destinata alla circolazione dei veicoli. Quindi non si può circolare sulla corsia d'emergenza, come troppo spesso avviene da parte di guidatori incauti, che per risparmiare minuti di traffico, circolano liberamente sulla corsia d'emergenza, pena la sanzione e la decurtazione di punti sulla patente. In caso di avaria del motore del veicolo, la sosta sulla corsia d'emergenza non deve superare le tre ore. Passato questo termine, il veicolo può essere rimosso dalle forze dell'ordine.

2 La legge impone inoltre che non è possibile effettuare la retromarcia sulla corsia d'emergenza, salvo i casi di manovra, necessari nelle zone di servizio o aree di parcheggio. In caso di infrazione della corsia d'emergenza la sanzione varia da 370 euro fino a 1.485 euro, con decurtazione di 10 punti sulla patente e sospensione della stessa, dai 2 ai 6 mesi. È vietato richiedere o concedere passaggi, di notte poi è obbligatorio in caso di sosta sulla corsia d'emergenza, tenere le luci di posizione accese.

Continua la lettura

3 È vietato percorrere la corsia d'emergenza, se non in caso di sosta e ripresa della marcia.  Divieto di transito anche per gli animali, fatta eccezione per le aree di sosta o di servizio.  Approfondimento Come fermarsi con l'auto (clicca qui) L'ammenda prevista è di 22 fino a 88 euro.  Nel caso di traffico è consentito utilizzare la corsia di soccorso, per raggiungere l'uscita dell'autostrada, solo quando siamo a 500 metri dallo svincolo.  Da 74 a 296 euro la multa con la sottrazione di 1 punto.  Il transito dei pedoni sulla corsia di emergenza è consentito solo per giungere ai punti di richiesta soccorso, indossando l'apposito giubbotto rifrangente e omologato con il marchio ce.  Multa da 22 a 88 euro nel caso non si indossi il vestiario sopracitato e da 36 a 148 euro se si transita senza giusto motivo, con decurtazione di 1 punto dalla patente.

Codice della strada: i tipi di lanterne semaforiche Il codice della strada è composto da oltre 245 articoli. È ... continua » Soccorso stradale in autostrada In autostrada, le leggi che regolamentano il soccorso stradale non sono ... continua » 5 cose da evitare all'esame pratico della patente L'esame pratico della patente, per molti giovani, rappresenta l'ultimo ... continua » Come comportarsi nelle corsie di accelerazione Il Codice della strada definisce le corsie di accelerazione come tratti ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.