Patente: la segnaletica orizzontale

di Domenica Magno tramite: O2O difficoltà: media

Se l'esame dei quiz per conseguire la patente di guida si avvicina, vi sono alcune nozioni basilari ed indispensabili di cui bisogna assolutamente essere a conoscenza, per un utilizzo del codice stradale rispettoso e corretto e per superare l'esame sia di teoria che di pratica. Nel momento in cui si è alla guida di un auto, è fondamentale conoscere perfettamente il significato delle varie segnaletiche, sia quelle verticali che quelle orizzontali.

1 Il colore bianco La segnaletica di colore bianco ha il compito di separare la zona del piano stradale: per esempio, la linea di mezzeria che separa una carreggiata dall'altra. Quando questa linea è ininterrotta, sta a significare il divieto di sorpasso; al contrario, se è tratteggiata il sorpasso è consentito. Inoltre, delimita i lati della strada. Il bianco viene anche utilizzato per indicare gli attraversamenti dei pedoni, i quali vengono dipinti in strisce in prossimità delle quali il veicolo ha l'obbligo di dare la precedenza ai pedoni. Per farle risaltare maggiormente, a volte, vengono disegnate su sfondo rosso o blu. Un aspetto fondamentale è la segnaletica orizzontale adiacente agli incroci, in quanto sta ad indicare chi ha la precedenza, e in quali direzioni è consentito svoltare attraverso l'uso di frecce.

2 Condizioni di scarsa visibilità La segnaletica orizzontale inoltre, assume un ruolo importante soprattutto in condizioni di scarsa visibilità: se vi è la presenza di nebbia o di maltempo, e quindi la vista davanti a sè è limitata, bisogna proseguire seguendo le strisce laterali, o le segnaletiche realizzate appositamente per situazioni del genere, onde evitare di sbagliare strada. La segnaletica orizzontale determina oltretutto, le piazzolle di sosta, diramazioni e le corsie di variazione della velocità, sempre nel caso in cui le linee sono discontinue.

Continua la lettura

3 La segnaletica provvisoria La segnaletica comprende tutti quei segnali che riguardano la viabilità e che vengono prescritti grazie a dei segni dipinti direttamente sul piano stradale.  Possono comprendere dei segni di prescrizione, o divieto, oppure semplicemente di indicazione.  Approfondimento La classificazione della segnaletica stradale (clicca qui) Per quanto riguarda la segnaletica orizzontale, questa viene esposta principalmente di colore bianco, in modo da risaltare maggiormente sul manto scuro dell'asfalto.  Possono però, essere compresi dei segni gialli, riguardanti maggiormente la segnaletica provvisoria, ad esempio le zone circostanti i cantieri, oppure per denotare le corsie preferenziali ed i parcheggi appositi per i portatori di handicap.  La segnaletica di colore blu invece, indica i parcheggi a pagamento.

Non dimenticare mai: E' necessario imparare tutti gli aspetti riguardanti le differenze tra la segnaletica orizzontale e quella verticale. Inoltre, imparare a stabilire chi ha l'obbligo di precedenza in prossimità degli incroci.

10 consigli per migliorare la sicurezza stradale Ogni anno si registrano un alto numero di vittime legato agli ... continua » Patente: i segnali di prescrizione La segnaletica stradale è il linguaggio con cui l'amministratore della ... continua » Patente: i segnali di divieto Ecco pronta per tutti i nostri lettori che stanno per prendere ... continua » 10 consigli per passare l’esame di guida Passare l'esame di guida può sembrare difficile ma in fin ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

5 consigli per prendere la patente

La patente rappresenta un traguardo molto importante per chi si accinge a compiere i fatidici diciotto anni. Questa è un'autorizzazione amministrativa della Repubblica italiana ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.