Veicoli commerciali: tipologie

di Carmen Daniela Lettieri tramite: O2O difficoltà: facile

Quando bisogna acquistare un veicolo commerciale, è una scelta che va ponderata attentamente, perché non si tratta di un comune autoveicolo ma ci sono tanti fattori da tenere in considerazione. La prima cosa da cui partire per compiere la scelta migliore, è avere ben chiara l'attività che si andrà a svolgere e per la quale saranno indispensabili i veicoli commerciali. Una volta individuata la mission, sarà pertanto più semplice orientarsi su il tipo di allestimento ed il carico. In questa guida si analizzeranno quindi quali sono le tipologie di veicoli commerciali più acquistate dagli imprenditori e dagli artigiani, vedendone anche le caratteristiche.

1 Prima ancora di fare una scelta di marchio, bisogna analizzare la configurazione, la motorizzazione e il volume di carico di un veicolo commerciale, tenendo in considerazione le norme di trasporto dei materiali stabilite dal codice della strada. I parametri da considerare sono le distanze da percorrere, il peso da trasportare durante gli spostamenti, i volumi delle merci e in alcuni casi, anche l'ambiente quando sono cittadine o campagne.

2 La grandezza del mezzo dipende soprattutto dal tipo e dal peso della merce da trasportare, per cui si può decidere se usare un Van, o veicoli delle utilitarie adibite al trasporto merci. Di solito per trasportare merci ingombranti si sceglie un furgone, che si trova in diverse misure ma non oltre i 7500 Kg di peso. Esso lo si può guidare con una patente B ed è usato anche per il carico di merci da pallet. Questo mezzo, modificando il telaio, può essere usato in molti casi, come ad esempio per ambulanze, oppure come camper da viaggio o furgone frigorifero. Infine grazie al peso, non ha limiti su velocità e circolazione. L'abitacolo del furgone è separato dal vano per le merci, il quale ha un'apertura posteriore di solito con porte scorrevoli laterali.

Continua la lettura

3 Se invece si vogliono trasportare merci ma conservare il vantaggio della motricità tripla, si può optare per un camioncino/camion.  È un autocarro che può trasportare varie cose e il rimorchio e la parte motrice sono unite, mentre l'abitacolo è separato dal vano merci.  Approfondimento Guida alle tipologie di autocarri (clicca qui) Il camion può possedere un cassone scoperto oppure telonato.  A seconda delle esigenze il cassone può essere ribaltabile per scaricare i materiali, mentre le sponde sono apribili per agevolare anche il carico.  C'è infine il Pick-up, che dispone di ampia cabina e vano posteriore a giorno.  È un veicolo tipico degli USA ma oggi diffuso in tutto il mondo.  Adatto a chi non deve trasportare merci troppo ingombranti ma ha la necessità di attraversare zone di campagna.

Le tipologie di autocarri per trasporto altri veicoli Quando si parla di autocarri, probabilmente la prima immagine che comunemente ... continua » 5 cose da valutare prima di comprare un furgone Per chi svolge determinati lavori l'acquisto di un furgone può ... continua » Come risparmiare sul noleggio di un furgone Noleggiare un furgone, al giorno d'oggi, rappresenta una possibilità importante ... continua » Come immatricolare l'auto come autocarro L'acquisto di un autocarro ai fini commerciali non è per ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come ottenere il patentino ADR

La patente di guida è un’importante autorizzazione amministrativa che serve per poter condurre, su strada pubblica, ogni mezzo a motore dopo i dovuti accertamenti ... continua »

Tutti i veicoli a due ruote

I mezzi di trasporto sono un'invenzione davvero eccezionale, perché ci consentono di spostarci agevolmente da un luogo all'altro in tempistiche più o meno ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.